Trading Ripple in positivo. BTC ed ETH in pausa di riflessione
Trading Ripple in positivo. BTC ed ETH in pausa di riflessione
Trading

Trading Ripple in positivo. BTC ed ETH in pausa di riflessione

By Federico Izzi - 19 Set 2018

Chevron down

Dopo un inizio settimana in negativo, oggi tornando a prevalere gli acquisti e tra le prime 100 crypto per capitalizzazione prevale il verde.

Read this article in the English version here.

Trading Ripple, + 17% per XRP

Dopo essere rimasta in disparte per diversi mesi, torna ad essere positivo il trading Ripple tra i migliori della giornata. XRP, infatti, aggiunge un altro +17% al rimbalzo iniziato esattamente mercoledì scorso, 12 settembre. Ora Ripple capitalizza oltre il 33%.

Rimanere comunque poco chiara la posizione di XRP rispetto all’attività della Fondazione Ripple, motivo che sta portanto la SEC a non considerarla una non-security al pari di Bitcoin ed Ethereum. Ad ogni modo, i prossimi sviluppi della tecnologia fanno riemergere l’interesse per la terza criptovaluta per capitalizzazione secondo i dati di Coinmarketcap.

Ledger e XRapid

L’aggiornamento del sistema Ledger all’ultima versione 1.1, prevista per il 27 settembre, apre le porte al servizio XRapid che vedrà la luce nelle prossime settimane.

Il sistema prevede la possibilità di gestire sino a 50.000 transazioni al secondo (ora nell’ordine di 1.500), raddoppiando quelle di Visa (attualmente 24.000/sec.). Questo renderebbe XRP il sistema di pagamento più veloce al mondo.  

Cardano e Dogecoin

Tra le crypto più conosciute, Cardano (ADA) prova a tenere il passo correndo oltre il 14% dai livelli di ieri mattina. Tra le peggiori troviamo invece Dogecoin (DOGE) che ritraccia poco oltre il 2%, limando la salita dei giorni scorsi, in netta controtendenza con il resto del settore.

Steem, invece, accusa un ribasso del 7%, motivato dai timori del black-out del sito avvenuto nel corso delle ultime 48 ore mentre era in corso l’aggiornamento della propria mainnet.

Nonostante la reazione positiva, la capitalizzazione totale del mercato crypto rimane sotto i 200 miliardi di dollari, evidenziando la delicatezza del periodo.

Fonte: https://it.tradingview.com/symbols/BTCUSD/

Bitcoin (BTC)

La reazione è sempre la stessa: dopo aver rivisto i 6200 dollari,  le quotazione ritornano presto in area 6350.

Questo però non basta per scacciare i timori di una ulteriore zampata dell’Orso. E’ necessario, infatti, risalire sopra i 6500 dollari entro i prossimi giorni.

Un eventuale fallimento della risalita abbasserebbe nuovamente il sentiment degli operatori che, nonostante la recente debolezza dei prezzi, dallo scorso fine settimana stanno tentando di risalire oltre i massimi degli ultimi due mesi.

Fonte: https://it.tradingview.com/symbols/ETHUSD/

Ethereum (ETH)

Per capire se l’attuale rialzo è il classico rimbalzo del gatto morto oppure l’inizio del riscatto di Ether sarà necessario far passare un po’ di tempo, condizione utile per avere più dati necessari per sviluppare un quadro tecnico più completo.

I dati disponibili sino ad oggi sostengono la seconda ipotesi ma, in questi casi, è bene non anticipare tempi e dinamiche.

Fonte: https://it.tradingview.com/symbols/XRPUSD/

Trading Ripple (XRP)

Come anticipato, il rialzo delle ultime 48 ore, oltre a far segnare un recupero superiore al 30%, spinge i prezzi oltre la neckline del canale superiore che ha dallo scorso maggio ha accompagnato i prezzi al ribasso sino a far toccare due volte il fondo, in area 0,25 centesimi di dollaro, il 14 agosto e 12 settembre.

Questi minimi sembravano essere stati abbandonati per sempre ad inizio dicembre.

Invece, il crollo dai massimi di metà gennaio segna un impietoso -95% in poco più di sei mesi. Gli sviluppi tecnici previsti per le prossime settimane e le concrete possibilità di ampliare ulteriormente la rete di adozione da parte di altri istituti finanziari per rendere più veloci i pagamenti transfrontalieri, riportano l’attenzione degli investitori e, di riflesso, a far risalire le quotazioni.

Tecnicamente è necessario un ritorno dei prezzi sopra i $0,35 per costruire una base solida per approdare in area $0,45-0,50.

Sono questi i livelli cruciali da monitorare in ottica di medio periodo. Al contrario, una discesa sotto i minimi di agosto, aprirebbe spazi al ribasso sino area $0,15 .

    

Federico Izzi
Federico Izzi

Analista finanziario e trader indipendente – Socio S.I.A.T. & Assob.it. Opera attivamente sui mercati azionari e dei derivati (futures ed opzioni) dal 1997. Precursore dell’analisi ciclica-volumetrica è noto per aver individuato i più importanti movimenti al rialzo ed al ribasso sui mercati finanziari degli ultimi anni. Partecipa annualmente come relatore all’ ITForum di Rimini dall’edizione del 2010 ed InvestingRoma e Napoli dalla prima edizione del 2015. Interviene come ospite ed esperto dei mercati durante le trasmissioni “Trading Room” e “Market Driver” di Class CNBC, Borsa Diretta.tv e nel TG serale di Traderlink. Da luglio 2017 è ospite fisso su LeFonti.TV nell’unico spazio nazionale settimanale dedicato alle criptovalute insieme ai più importanti esperti internazionali del settore. Periodicamente pubblica articoli su ITForum News, Sole24Ore, TrendOnLine, Wall Street Italia. E’ stato intervistato in qualità di esperto di criptovalute per: Forbes Italia, Panorama, StartupItalia, DonnaModerna. E’ stato riconosciuto come primo analista tecnico italiano ad aver pubblicato la prima analisi ciclica secolare sul Bitcoin. Federico Izzi è… Zio Romolo

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.