Andando su Coinmarketcap le prime 30 crypto per capitalizzazione sono tutte in verde. Per trovare il primo segno rosso bisogna spingersi sino alla 32a posizione occupata da Maker (MKR) che segna un ribasso di oltre il 5% dai livelli di ieri.

Read this article in the English version here.

Maker è una piattaforma di smart contract che controlla gli scambi della moneta DAI, una stable coin decentralizzata e totalmente trasparente che gira sulla blockchain di Ethereum.

Si tratta di un progetto simile al Gemini Dollar (GUSD) recentemente annunciato dai gemelli Winklevoss che, a pochi giorni dal lancio, risulta essere già utilizzato da un buon numero di utenti, ricevendo anche l’autorevole approvazione del fondatore di Bitcoin Foundation Charlie Shrem.

Fonte: https://it.tradingview.com/symbols/XRPUSD/

Continua a correre il trading XRP. Ripple anche oggi registra un rialzo a doppia cifra: sale oltre il 14% nelle ultime 24, raggiungendo un valore di 36 centesimi di dollaro.

Tra le big solo Cardano (ADA) riesce a tenere il passo, salendo di oltre il 7%. Tra le altre, fanno meglio EOS, Stellar (XLM) e Tron (TRX) con rialzi oltre il 4%.

La capitalizzazione rimette la testa oltre i 200 miliardi di dollari, con bitcoin che perde qualche decimale tornando sotto il 55% della quota di mercato. Anche Ethereum accusa una perdita di dominance di qualche frazione percentuale nonostante la tenuta quota 200 dollari.

Conquista terreno Ripple che dal 5% della scorsa settimana, sale oltre il 7% in queste ore rivedendo i livelli di inizio luglio.

Fonte: https://it.tradingview.com/symbols/BTCUSD/

Bitcoin (BTC)

Le turbolenze di ieri sera, dovute alla notizia di un attacco hacker nei confronti di un exchange giapponese, Zaif, che ha portato ad una perdita totale di circa 6000 bitcoin, ha generato un movimento di oltre 400 dollari, pari ad oltre il 7% di oscillazione.

I prezzi sono poi tornati ai livelli di partenza stazionando attorno area 6400, area in cui hanno continuato ad oscillare anche oggi. L’esplosione dei volumi di ieri sera evidenzia come gli operatori rimangano vigili, in attesa di una mossa o notizia che possa accendere un movimento direzionale.

La lateralità dei prezzi che continua da diversi mesi sta creando le premesse di un forte movimento.

Fonte: https://it.tradingview.com/symbols/ETHUSD/

Ethereum (ETH)

Nonostante la perdita dello smalto rialzista, i prezzi riescono a mantenersi oltre i 200 dollari. Si tenta di consolidare un livello anche psicologico con l’obiettivo di riprendere quota 250, primo livello interessante in ottica di medio periodo. I volumi rimangono molto attivi, per questo motivo è necessario avere conferme da parte dei prezzi. Preoccupante un ritorno sotto quota 180 dollari.     

Previous articleSvizzera e Israele insieme per la regolamentazione crypto
Next articleBitcoin ETF, la decisione ancora posticipata
Federico Izzi
Analista finanziario e #trader indipendente – Socio S.I.A.T. & Assob.it. Opera attivamente sui mercati azionari e dei derivati (futures ed opzioni) dal 1997. Precursore dell’analisi ciclica-volumetrica è noto per aver individuato i più importanti movimenti al rialzo ed al ribasso sui mercati finanziari degli ultimi anni. Partecipa annualmente come relatore all’ ITForum di Rimini dall’edizione del 2010 ed InvestingRoma e Napoli dalla prima edizione del 2015. Interviene come ospite ed esperto dei mercati durante le trasmissioni “Trading Room” e “Market Driver” di Class CNBC, Borsa Diretta.tv e nel TG serale di Traderlink. Da luglio 2017 è ospite fisso su LeFonti.TV nell’unico spazio nazionale settimanale dedicato alle criptovalute insieme ai più importanti esperti internazionali del settore. Da maggio 2017 è ufficialmente analista tecnico di BigBit. Periodicamente pubblica articoli su ITForum News, Sole24Ore, TrendOnLine, Wall Street Italia. E’ stato intervistato in qualità di esperto di #criptovalute per: Forbes Italia, Panorama, StartupItalia, DonnaModerna. E’ stato riconosciuto come primo analista tecnico italiano ad aver pubblicato la prima analisi ciclica secolare sul #Bitcoin. Federico Izzi è… Zio Romolo