Malta Delta Summit: “gli Exchange Decentralizzati sono il futuro”
Malta Delta Summit: “gli Exchange Decentralizzati sono il futuro”
Blockchain

Malta Delta Summit: “gli Exchange Decentralizzati sono il futuro”

By Daniele Chicca - 6 Ott 2018

Chevron down

Gli exchange decentralizzati sono il futuro delle transazioni finanziarie.

Read this article in the English version here.

malta delta summit

A dirlo è stato il numero uno del gruppo cinese Binance, Changpeng Zhao, uno dei tanti pezzi da 90 dell’industria crypto e della scena FinTech che hanno partecipato al Delta Summit di Malta, durante il quale è stato preconizzato che “le nuove banche abbracceranno la blockchain entro l’anno”.

Binance è il perfetto esempio di come Malta sia attirando un numero crescente di imprese e startup del settore. Il manager cinese, intervenuto il 4 ottobre in uno speech sul futuro delle crypto e degli exchange, ha sottolineato come il rapporto tra il suo gruppo e il governo di Malta, ribattezzata Blockchain Island per le sue norme di regolamentazione del settore uniche al mondo, è “bilaterale”.

La relazione tra l’azienda privata e il governo maltese si basa su “un confronto costante per cercare di trovare la formula giusta che permetta di regolamentare il mercato garantendo sicurezza e trasparenza senza penalizzare gli operatori del settore”.

Malta capisce la tecnologia

Questo è un Paese in cui il governo capisce la tecnologia”, ha detto di Malta l’amministratore delegato di Binance, uno degli exchange di criptovalute più popolari al mondo. Sui rapporti con l’esecutivo dell’isola del Mediterraneo, l’AD ha aggiunto che quella in corso “è una conversazione, è un processo di scoperta” in divenire.

Sempre in tema di exchange, DQR (che punta a creare la piattaforma di scambio di crypto perfetta) e Neufund, startup berlinese che definisce il suo exchange il “Nasdaq delle crypto”, erano anche loro presenti al summit di tre giorni su Blockchain e Innovazione digitale, dove hanno presentato gli ultimi loro progetti.

malta delta summit

Ma la discussione che ha suscitato probabilmente il maggiore interesse è stata quella del pannello sulla Blockchain e il futuro del trading e delle attività bancari (qui il programma completo dell’evento) riguardante l’impatto che il libro mastro decentralizzato e i pagamenti in monete digitali avranno sul modus operandi delle banche.

Due o tre nuove banche apriranno entro un anno

Secondo quanto dichiarato dall’ex amministratore delegato di AgriBank Roderick Psaila, noto esperto del settore bancario “due o tre nuove banche apriranno a Malta entro il prossimo anno”. Questo “permetterà di abbracciare a pieno la tecnologia blockchain e le criptovalute”.

Stiamo già vedendo nuove banche, più piccole, mostrare la volontà di adottare la tecnologia blockchain, ma le banche più grandi e strutturate avranno bisogno di più tempo per adeguarsi, sia a causa dei loro sistemi che perché attendono che il mercato fornisca standard più elevati“.

Crypto diventeranno mezzo di pagamento quotidiano

Da parte sua Michael Matthias, Ceo della criptovaluta DAScoin, anche lui intervenuto al panel, ha dichiarato che le banche non possono permettersi di rimanere indietro e devono pertanto rassegnarsi ad accettare e accogliere a braccia aperte le tendenze e la tecnologia moderne.

Dato che la tecnologia blockchain diventa più diffusa, non è inverosimile immaginare un futuro prossimo in cui la criptovaluta viene usata come moneta per i pagamenti e le transazioni quotidiane“.

Il Delta Summit di Malta su Blockchain e Innovazione digitale si è svolto dal 3 al 5 ottobre e il primo ministro Joseph Muscat lo ha definito “la più importante riunione della sua natura mai svolta nel mondo”.

Articolo in collaborazione con Matteo Oddi

Daniele Chicca
Daniele Chicca

Laureato in lingue e letterature straniere all'Università di Bologna, con un anno da undergraduate presso la UCL di Londra. Giornalista professionista dal 2007, si è con il tempo specializzato in finanza, economia e politica. Dopo tre anni presso il desk di Reuters a Milano, ha lavorato per diverse testate, contribuendo tra le altre cose a portare a un incremento del traffico progressivo sul sito Wall Street Italia e offrendo servizi di vario genere da inviato per Radio Rai e per le agenzie stampa AGI e TMNews (ex Apcom). Al momento è responsabile della redazione, della linea editoriale e del coordinamento di un importante sito di informazione economica e finanziaria

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.