De Magistris, “Stiamo lavorando alla creazione di una crypto napoletana”
De Magistris, “Stiamo lavorando alla creazione di una crypto napoletana”
Criptovalute

De Magistris, “Stiamo lavorando alla creazione di una crypto napoletana”

By Marco Cavicchioli - 8 Ott 2018

Chevron down

È ufficiale: il Comune di Napoli ha approvato la delibera quadro di Giunta dalla quale, con atti successivi, “verrà garantita ulteriore trasparenza nei suoi processi amministrativi e forte semplificazione nel rapporto cittadino-istituzione, grazie alle conclusioni di una fase di studio avviata ad aprile 2018 in materia di trasparenza amministrativa, utilizzo di valute virtuali e supporto all’impiego di eventuali nuove monete complementari, token e criptovalute“.

Read this article in the English version here.

Il testo completo della delibera non è ancora disponibile online, ma si pensa che la blockchain possa essere impiegata nella gestione delle graduatorie pubbliche, degli atti amministrativi e di altri database pubblici.

Negli intenti del Sindaco Luigi de Magistris e dall’assessore al bilancio Enrico Panini, la delibera dovrebbe rendere Napoli una città “accogliente alla diffusione delle criptovalute“, promuovendo la conoscenza e la diffusione della cultura legata all’utilizzo e all’accettazione di forme di pagamento complementari alla moneta ufficiale.

Uno degli obiettivi è quello di favorire il turismo, sia delle generazioni più giovani, abituate ad utilizzare le criptovalute, sia degli stranieri che potrebbero in questo modo risolvere a monte il problema dei cambi di valuta, in particolare in vista delle “Universiadi” che porteranno in città decine di migliaia di persone.

Inoltre, sono allo studio anche azioni mirate a favorire l’uso di criptovalute e token per l’accesso a servizi comunali.

Nelle prossime settimane verranno organizzati incontri con associazioni, commercianti, artigiani, operatori del settore della cultura e dello spettacolo ed ordini professionali per informare e sostenere quello che è stato definito un salto di qualità per la città.

Durante un’intervista, il Sindaco ha dichiarato “non stiamo battendo moneta“, quindi sembra essere confermata l’ipotesi che il percorso preveda fondamentalmente di utilizzare criptovalute o token già esistenti, o comunque non emessi dal Comune di Napoli. Infatti, conferma anche l’obiettivo di “creare una criptomoneta tutta napoletana“.

Sul sito ufficale del Comune di Napoli, all’indirizzo www.comune.napoli.it/blockchain, è stata anche pubblicata un’apposita pagina con tutti gli aggiornamenti del progetto.

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

Classe 1975, Marco è un docente di web-technologies e divulgatore online specializzato in criptovalute. Ha fondato ilBitcoin.news, ed il suo canale YouTube ha più di 25mila iscritti.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.