Patreon, il mecenatismo preferito dalle crypto (per ora)
Criptovalute

Patreon, il mecenatismo preferito dalle crypto (per ora)

By Amelia Tomasicchio - 28 Ott 2018

Chevron down

Patreon è una piattaforma americana creata nel 2013 che ha come scopo quello di permettere ai creatori di contenuti di finanziarsi per mezzo di donazioni. Insomma, un servizio simile a quello fornito da Kickstarter o da Pledge Music.

Read this article in the English version here.

Se all’inizio Patreon è nato soprattutto per musicisti e artisti, ora le attività della piattaforma si sono espanse, e sta trovando molto successo presso gli appassionati di crypto.

Infatti, tra i personaggi che stanno cercando finanziamenti su Patreon troviamo anche Saifedean Ammous, autore del libro “Bitcoin Standard” e più in generale anche la sezione relativa a bitcoin è molto ben nutrita, con progetti che vanno da libri, report sul trading, opere d’arte, ecc…

Ma quello che c’è di più interessante è il fatto che ultimamente molti crypto influencer stanno esprimendo su Twitter la propria approvazione per la piattaforma, inviando diverse donazioni.

Per esempio, Francis Pouliot, su Twitter ha scritto: “Sono un orgoglioso mecenate di Luke Dashjr. Luke potrebbe essere la persona con più conoscenza su Bitcoin. Tra i suoi traguardi, lui è stato responsabile dell’attivazione di Segwit su Bitcoin (soft-fork design,  #UASF)”.

 

 E infatti anche il Bitcoin Core developer Luke Dashjr ha creato il proprio profilo su Patreon per ricevere donazioni per il proprio progetto di ricerca. Dashjr, però, non è troppo entusiasta del sistema, e infatti spiega:

“Patreon non è l’ideale per lo sviluppo Bitcoin visto che funziona con la valuta fiat e prende il 10+% di fee. Ad un certo punto, quando ci sarà un equivalente basato su Bitcoin, spero di passare a quello. Nel frattempo, se volete contribuire in Bitcoin, sentitevi liberi di contattarmi privatamente”.

Anche Adam Back, inventore di Hashcash e CEO di Blockstream.com, si è espresso sul tema con un tweet che riporta il QR code di Dashjr:

Amelia Tomasicchio
Amelia Tomasicchio

Esperta di digital marketing, Amelia inizia a lavorare nel settore fintech nel 2014 dopo aver scritto la sua tesi di laurea sulla tecnologia Bitcoin. Precedentemente è stata un'autrice di Cointelegraph e CMO di Eidoo. Oggi è co-founder e direttrice di Cryptonomist.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.