Bitcoin in ripresa
Bitcoin in ripresa
Trading

Bitcoin in ripresa

By Federico Izzi - 28 Nov 2018

Chevron down

Dopo giorni di sofferenza arriva un primo spiraglio positivo. Tutto il settore delle criptovalute è in recupero e in particolare è bitcoin ad essere in ripresa.

Read this article in the English version here.

Scorrendo la lista delle prime 100 a maggiore capitalizzazione su Coinmarketcap, bisogna scendere oltre la 60a posizione per trovare il primo segno rosso. Si tratta del token Factom (FCT), sistema per garantire l’inalterabilità dei dati memorizzati, che perde oltre il 7% dai livelli di ieri mattina.

Tra i segnali in positivo, oltre bitcoin che sale sopra i 4000 dollari recuperando l’8% dai livelli di ieri mattina, si mettono in mostra Litecoin (LTC), Ethereum (ETH), Stellar Lumens (XLM), Monero (XMR) e Cardano (ADA), tutte a ridosso del +10%.

Dopo aver toccato il punto più basso dell’ultimo anno, la market cap si riporta oltre i 130 miliardi di dollari. Nonostante la ripresa, rimangono invariate le quote di mercato di bitcoin che rimane poco sopra il 53% con i suoi 70 miliardi di dollari.

Seguono Ripple (XRP) ed Ethereum: quest’ultima prova a recuperare qualche centinaia di milioni per riconquistare la seconda posizione.

Fonte: https://it.tradingview.com/symbols/BTCUSD/

Bitcoin in ripresa (BTC)

Per la seconda volta in meno di 48 ore il livello dei 3650 dollari riporta gli acquisti, provocando una ripresa che spinge il prezzo di bitcoin sopra i 4100 dollari, resistenza che dovrà essere violata al rialzo nelle prossime ore per avere un primo segnale a favore del timido Toro.

Infatti, il doppio minimo si confermerà figura tecnica a favore di un cambio trend solamente con prezzi oltre i 4200 dollari nelle prossime ore. Contrariamente, un ritorno dei prezzi sotto i 3700 dollari, continuerà a confermare il trend ribassista.

Fonte: https://it.tradingview.com/symbols/ETHUSD/

Ethereum (ETH)

Ethereum tiene il supporto dei 200 dollari, consolidando la tenuta anche dei 210 dollari.

Buono il segnale di breve periodo che dovrà essere confermato anche nei prossimi giorni.

Spinte sopra i $220 prima e $230 poi saranno un primo segnale di rialzo per gettare le basi a favore di un consolidamento dei 200 dollari. I volumi favoriscono questo scenario. Al contrario, un ritorno sotto i 90 dollari aumenterà catalizzerà discese verso i 75 dollari.

Federico Izzi
Federico Izzi

Analista finanziario e trader indipendente – Socio S.I.A.T. & Assob.it. Opera attivamente sui mercati azionari e dei derivati (futures ed opzioni) dal 1997. Precursore dell’analisi ciclica-volumetrica è noto per aver individuato i più importanti movimenti al rialzo ed al ribasso sui mercati finanziari degli ultimi anni. Partecipa annualmente come relatore all’ ITForum di Rimini dall’edizione del 2010 ed InvestingRoma e Napoli dalla prima edizione del 2015. Interviene come ospite ed esperto dei mercati durante le trasmissioni “Trading Room” e “Market Driver” di Class CNBC, Borsa Diretta.tv e nel TG serale di Traderlink. Da luglio 2017 è ospite fisso su LeFonti.TV nell’unico spazio nazionale settimanale dedicato alle criptovalute insieme ai più importanti esperti internazionali del settore. Periodicamente pubblica articoli su ITForum News, Sole24Ore, TrendOnLine, Wall Street Italia. E’ stato intervistato in qualità di esperto di criptovalute per: Forbes Italia, Panorama, StartupItalia, DonnaModerna. E’ stato riconosciuto come primo analista tecnico italiano ad aver pubblicato la prima analisi ciclica secolare sul Bitcoin. Federico Izzi è… Zio Romolo

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.