banner
General Motors: richiesto un brevetto per un sistema basato su blockchain
General Motors: richiesto un brevetto per un sistema basato su blockchain
Blockchain

General Motors: richiesto un brevetto per un sistema basato su blockchain

By Adrian Zmudzinski - 3 Dic 2018

Chevron down

La General Motors (GM) ha richiesto un brevetto per un sistema che archivia i dati generati da flotte di auto a guida autonoma su una blockchain.

Read this article in the English version here.

Il documento in questione è stato pubblicato giovedì scorso dalla Patent and Trademark Office statunitense ed è stato emesso dalla GM Global Technology Operations LLC.

Il sistema descritto, oltre ad archiviare i dati, permetterebbe l’accesso alle informazioni utili da parte dell’intera flotta di auto.

Una delle utilità del sistema della GM è quello di facilitare i percorsi offrendo informazioni in modo dinamico:

“È desiderabile fornire informazioni sull’ubicazione e la densità dei veicoli nelle regioni in un registro blockchain per la condivisione delle informazioni tra i veicoli in modo da favorire la scelta dei percorsi di guida.”

Inoltre, il documento propone la condivisione dei dati tra le diverse piattaforme e pertanto la blockchain potrebbe essere condivisa tra municipalità, gestori delle infrastrutture, forze dell’ordine e altre istituzioni.

Un’altra idea citata dalla richiesta di brevetto è quella di utilizzare la blockchain sul veicolo anche per pagare servizi e beni come parcheggio, carburante o il transito in tratti a pagamento.

Questo non è il primo sforzo sostenuto dalla General Motors in un’ottica di modernizzazione dell’azienda: nel 2019, infatti, dovrebbe iniziare a produrre anche le automobili a guida autonoma.

Innovazioni del futuro prossimo

L’avvio della produzione di veicoli a guida autonoma non è senza precedenti.

Molte delle Tesla attualmente in produzione sono dichiaratamente dotate di hardware capace di autonomia completa che dovrebbe diventare disponibile grazie ad un aggiornamento futuro.

Ford, a sua volta, ha promesso un’auto economica senza volante e pedali in vista d’una produzione su larga scala entro il 2021, definendola una nuova Model T.

La blockchain probabilmente giocherà un ruolo importante nell’IoT futuro: quando tutto è smart occorre un sistema sicuro che preservi la privacy e difficile da compromettere.

Adrian Zmudzinski
Adrian Zmudzinski

Adrian è un appassionato di tecnologia e IT, specializzato nell'analisi di token, tecnologia blockchain e crypto. Il suo interesse verso Bitcoin risale al 2009, espandendosi al mondo delle crypto più in generale. Le sue analisi si concentrano per lo più sulle potenzialità tecnologiche alla base dei token.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.