banner
Arriva OpenNode per pagare in bitcoin da Starbucks e su Amazon
Arriva OpenNode per pagare in bitcoin da Starbucks e su Amazon
Bitcoin

Arriva OpenNode per pagare in bitcoin da Starbucks e su Amazon

By Marco Cavicchioli - 20 Dic 2018

Chevron down

OpenNode è un nuovo processore di pagamenti bitcoin che ha l’obiettivo di diventare “il modo più semplice per accettare bitcoin” tanto che Tim Draper, sostenitore dell’iniziativa, ha dichiarato: “Ora si potrà utilizzare bitcoin per fare acquisti da Starbucks, Amazon, Tesla e in altri posti”.

Read this article in the English version here.

La società, infatti, ha annunciato di essere riuscita a chiudere un round di finanziamento di 1,25 milioni di dollari proprio grazie a Draper Associates, la società di venture capital di Tim Draper.

L’investimento è stato annunciato sul blog ufficiale, dove OpenNode viene definito come

“una piattaforma di pagamenti in bitcoin per tutti i giorni”.

Grazie ad un’interfaccia intuitiva e raffinata, l’utilizzo di Bitcoin sarebbe così

“più facile che mai”.

Il sito web e la piattaforma sono stati ri-progettati ed ora è possibile collegare OpenNode direttamente alla propria attività con i plug-in per l’e-commerce o le API e vengono supportate sia transazioni on-chain che tramite Lightning Network.

 

Per promuovere il lancio è stato deciso di consentirne l’utilizzo gratuito per i primi 30 giorni, in seguito avrà un costo di commissione dell’1%.

Sul sito è stata anche aggiunta una nuova sezione di aiuto aggiornata, un tour del prodotto per aiutare ad orientarsi in merito alla fatturazione, alle integrazioni API e alle altre caratteristiche.

I fondi raccolti saranno utilizzati per allargare il team, per garantire la conformità legale e il networking.

João Almeida, co-fondatore e CTO di OpenNode, ha dichiarato:

“Entro il 2019 prevediamo di essere la piattaforma leader per i pagamenti con bitcoin e, cosa più importante, puntiamo a spingere le microtransazioni su piattaforme di gioco, streaming e contenuti creando modelli di pagamento mai stati possibili fino ad ora”.

Tim Draper, investitore americano e fondatore di Draper Associates, è noto per essere molto fiducioso sugli sviluppi futuri di bitcoin, tanto che sostiene varie startup del settore blockchain, come ad esempio Factom, che ha raccolto 4,2 milioni di dollari, e Bitwage, che ne ha raccolti 760.000.

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

Classe 1975, Marco è un docente di web-technologies e divulgatore online specializzato in criptovalute. Ha fondato ilBitcoin.news, ed il suo canale YouTube ha più di 25mila iscritti.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.