Mercato Criptovalute Giappone: 190 domande per entrare nel settore
Mercato Criptovalute Giappone: 190 domande per entrare nel settore
Criptovalute

Mercato Criptovalute Giappone: 190 domande per entrare nel settore

By Fabio Lugano - 28 Dic 2018

Chevron down

L’ente di controllo finanziario giapponese (FSA) ha ricevuto ben 190 domande, incluse quelle preliminari, di società che intendono registrarsi per operare nel mercato delle criptovalute del Giappone, come risulta da un’intervista realizzata da bitcoin.com.

Read this article in the English version here.

In Giappone l’attività di exchange è sottoposta a una licenza rilasciata dalla FSA, l’agenzia di Stato per il controllo dei servizi finanziari che, oltre al settore delle valute virtuali, vigila anche sui mercati finanziari tradizionali.

La richiesta da parte dei 190 operatori porta ad un aumento rispetto a quanto comunicato ad agosto, quando le domande risultavano 160, ciò indica che in Giappone continua ad esserci un grande interesse nel mercato delle criptovalute, nonostante il calo generale dei prezzi.

mercato criptovalute giappone

Gli exchange del Giappone

Attualmente gli exchange autorizzati nel Paese sono 16, in un mercato che attualmente sta vedendo dei mutamenti e consolidamenti.

L’exchange Zaif, che era stato oggetto di un attacco hacker, è stato ora acquisito da Fisco Cryptocurrency exchange; Huobi ha incorporato Bittrade, mentre il Madison Group ha annunciato un piano per l’acquisizione di Bitocean.

In precedenza, Monex aveva acquisito Coincheck ma, nonostante tutte queste fusioni, la FSA conferma che le licenze attive sono ancora 16.

Nello stesso giorno in cui viene pubblicata questa informazione, l’ente di controllo giapponese ha anche pubblicato un report del gruppo di studio sulle criptovalute, guidato dal professor Hideki Kanda, nel quale vengono identificate le linee guida di intervento per la regolazione del mercato.

Nel documento, si mettono in luce tre settori che richiedono una stretta supervisione: il settore degli exchange, le criptovalute, o meglio i crypto asset dal punto di vista strutturale, e le ICO.

In questi tre filoni, il Giappone auspica interventi che impediscano le alterazioni fraudolente del mercato, che escludano le criptovalute con caratteristiche non adeguate e che si occupino dei nuovi settori quali il credito in valute virtuali o i servizi di custodia.

Fabio Lugano
Fabio Lugano

Laureato con lode all'Università Commerciale Bocconi, Fabio è consulente aziendale e degli azionisti danneggiati delle Banche Venete. E' anche autore di Scenari Economici, e conferenziere ed analista di criptovalute dal 2016.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.