La bolla di bitcoin vs la bolla di Apple
Bitcoin

La bolla di bitcoin vs la bolla di Apple

By Marco Cavicchioli - 4 Gen 2019

Chevron down

In questi giorni si discute di scoppio della bolla di Apple paragonandola alla traiettoria delle quotazioni di bitcoin.

Read this article in the English version here.

I dati appaiono significativi visto che il 3 ottobre 2018 il prezzo delle azioni dell’azienda di Cupertino ha raggiunto il suo massimo storico di sempre: 232,07 dollari per azione e oggi, 4 gennaio 2019, il prezzo è crollato a 142,19, con una perdita di valore superiore al 38% in tre mesi.

Il 2 gennaio le azioni Apple avevano chiuso a 157,93, mentre il 3 gennaio han aperto a 143,92, con una perdita di quasi il 9%.

bolla bitcoin vs bolla apple

Per i mercati finanziari tradizionali una perdita del 38% in tre mesi è un vero e proprio crollo, mentre sui mercati crypto queste oscillazioni, invece, sono frequenti.

Bitcoin, ad esempio, il 3 ottobre 2018 aveva un valore di 6.502 dollari, mentre oggi è sceso a 3.852, con una perdita in tre mesi del 40%.

Quindi, in questi tre mesi la perdita di valore di BTC è paragonabile a quella delle azioni Apple. Tuttavia, non è la prima volta che la crypto più importante fa registrare perdite tali.

Ad esempio, nel corso del 2018 è passato da 14.112 dollari a 3.742, con una perdita del 73% in dodici mesi, tanto che si è parlato di scoppio della bolla speculativa su bitcoin.

E non è stata nemmeno la prima volta: di altri scoppi di bolle di simili entità su bitcoin se ne contano almeno altre tre.

Anche il titolo Apple, in passato, è stato vittima di perdite di simili entità, ma solo una volta: ad agosto del 2000 valeva più di 4,5 dollari, mentre a dicembre valeva poco più di 1 dollaro, con una perdita di quasi l’80% in quattro mesi.

Fu il cosiddetto scoppio della bolla delle dot com, ma è stato l’unico crollo di questa entità per il titolo Apple. Inoltre, a partire dal 2009, è iniziato un trend di crescita che lo ha portato da 12 a 232 dollari, con un guadagno del 1.800% in poco meno di dieci anni che a molti appare simile ad una bolla.

Pertanto, le dinamiche delle variazione dei prezzi di bitcoin e del titolo Apple sono differenti, sebbene entrambe prevedano anche grosse perdite di valore in poco tempo.

Queste sono, ad oggi, molto più frequenti su bitcoin, tanto che sul titolo Apple quelle di grossa entità sono decisamente rare.

Tuttavia perdite di valore anche superiori al 40% non sono rare nemmeno sul titolo Apple, visto che in passato si sono verificate molte altre volte: nel 1996, nel 2003, nel 2008 e nel 2013.

Su bitcoin, però, anche queste perdite di minore entità sono molto più frequenti, tanto da essere ritenute ormai nella norma.

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

Classe 1975, Marco è un docente di web-technologies e divulgatore online specializzato in criptovalute. Ha fondato ilBitcoin.news, ed il suo canale YouTube ha più di 11mila iscritti.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.