banner
Bitmex, le attività in Canada sono illegali. E chiude anche negli USA
Bitmex, le attività in Canada sono illegali. E chiude anche negli USA
Criptovalute

Bitmex, le attività in Canada sono illegali. E chiude anche negli USA

By Marco Cavicchioli - 15 Gen 2019

Chevron down

Le attività di Bitmex in Canada sono illegali. Lo ha dichiarato il direttore dell’Autorité des marchés financiers (AMF) del Quebec, in Canada.

Read this article in the English version here.

Secondo quanto riportato dal South China Morning Post:

“BitMEX non è registrato presso l’AMF e quindi non è autorizzato ad avere attività nella provincia del Quebec. […] Abbiamo informato questa azienda che le sue attività sono illegali”.

Pertanto l’exchange con sede ad Hong Kong sta cessando le attività in Quebec, ma anche negli USA. Infatti, non starebbe rispettando la normativa statunitense, operando senza le licenze richieste dai regolatori.

Bitmex, inoltre, fin dal quarto trimestre del 2018 ha provveduto a notificare ai propri utenti in Corea del Nord, Iran, Siria, Cuba, Sudan e Sebastopoli in Crimea di fare attenzione ad utilizzare la piattaforma perchè queste sono giurisdizioni con limitazioni.

Bitmex ha comunicato la propria decisione di bloccare i conti ai clienti del Quebec con una lettera in cui avvisava di non essere autorizzato a fornire servizi di trading in quel territorio.

Bitmex, problemi negli USA

Diverso invece il discorso che riguarda gli USA.

Non sono ancora pervenuti commenti ufficiali a riguardo né dalla SEC, né da Bitmex stessa, tanto che le reali ragioni per cui l’exchange abbia ridotto la propria esposizione negli Stati Uniti non sono ancora perfettamente chiare.

È però possibile che la decisione sia collegata proprio all’atteggiamento della SEC, che ad esempio a novembre inflisse una multa di 388.000 dollari a Zachary Coburn, il fondatore di EtherDelta, a causa del fatto che la sua “borsa valori” operasse sul territorio americano senza essere registrata.

La SEC oramai esige che le piattaforme di trading di asset digitali che operano come exchange, così come definito dalle leggi federali sui titoli, debbano registrarsi come borsa valori nazionale o ottenere l’esenzione dalla registrazione.

Ad oggi, non sarebbe ancora chiaro se la piattaforma di Bitmex sia o meno registrata presso la SEC, ma visto che secondo alcune fonti gli USA sarebbero il loro secondo mercato più grande dopo l’Asia, questa improvvisa chiusura farebbe propendere verso il no.

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

Classe 1975, Marco è un docente di web-technologies e divulgatore online specializzato in criptovalute. Ha fondato ilBitcoin.news, ed il suo canale YouTube ha più di 25mila iscritti.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.