banner
2 proposte ETF su bitcoin all’esame della SEC
2 proposte ETF su bitcoin all’esame della SEC
Bitcoin

2 proposte ETF su bitcoin all’esame della SEC

By Marco Cavicchioli - 20 Feb 2019

Chevron down

Dopo la nuova richiesta di Cboe alla SEC per l’approvazione di ETF su bitcoin, ora le richieste in esame sono due.

Read this article in the English version here.

La nuova richiesta di Cboe è stata ricevuta ufficialmente il 13 febbraio, quindi il primo pronunciamento della SEC a riguardo dovrebbe arrivare entro fine marzo. Tuttavia è possibile che la decisione venga rimandata, così come accadde per la precedente richiesta.

La seconda richiesta in corso è quella presentata da Bitwise Asset Management e NYSE Arca, ufficialmente ricevuta l’11 febbraio. Anche per questa proposta valo lo stesso discorso della precedente: un primo pronunciamento della SEC è atteso entro fine marzo, ma facilmente si tratterà di un rinvio.

Dall’anno scorso però molte cose sono cambiate, e ad esempio per ciò che concerne una delle principali preoccupazioni della SEC – la custodia – si è passati da un unico servizio qualificato per essere considerato accettabile dalla SEC, ad una mezza dozzina, come rivelato dal responsabile della ricerca globale di Bitwise Matt Hougan.

Sempre Hougan inoltre fa notare che negli ultimi mesi ci sono state parecchie novità interessanti su questo mercato, non ultimo l’ingresso di Fidelity. Il fatto che queste novità siano arrivate in un momento di mercato profondamente ribassista fa credere che questo settore appaia più solido di quanto non sembrasse anche solo qualche mese fa.

In questo nuovo scenario, un po’ più evoluto di quello del 2018, la SEC potrebbe ritenere meno azzardata l’approvazione di un ETF su bitcoin, anche perchè molte delle sue preoccupazioni riguardano proprio le infrastrutture di questo mercato, in particolare quelle per la custodia, e quelle per impedirne la manipolazione.

Il compito di rendere accettabili queste proposte agli occhi SEC sta di fatto agli operatori del settore, ed in particolare a coloro che stanno sviluppando gli strumenti e le infrastrutture necessarie per far sì che l’agenzia governativa americana ritenga sufficientemente maturo questo mercato tanto da rendere sicura l’emissione e la gestione di prodotti derivati globali come gli ETF.

Così come per il 2018, il tempo per far ciò c’è, dato che la SEC può prendersi diversi mesi per arrivare a dover emettere un giudizio definitivo, e dato che il settore continua realmente ad evolvere, prima o poi le condizioni ritenute adatte dalla SEC per l’emissione di ETF su bitcoin potrebbero essere raggiunte.

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

Classe 1975, Marco è un docente di web-technologies e divulgatore online specializzato in criptovalute. Ha fondato ilBitcoin.news, ed il suo canale YouTube ha più di 25mila iscritti.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.