A Denver si vota per le elezioni comunali con la blockchain
A Denver si vota per le elezioni comunali con la blockchain
Blockchain

A Denver si vota per le elezioni comunali con la blockchain

By Fabio Lugano - 7 Mar 2019

Chevron down

Nelle prossime elezioni municipali la città di Denver sperimenta il voto tramite smartphone attraverso la blockchain, opzione che inizialmente sarà riservata ai cittadini che sono arruolati nell’esercito o che si trovano all’estero.

Read this article in the English version here.

L’annuncio della Tusk Philanthropies segue quello del 2018 nel quale un sistema simile veniva accettato dallo stato della West Virginia sempre per i cittadini vincolati al servizio militare.

Bradley Tusk, responsabile della Tusk Philanthropies, spera che il nuovo sistema possa portare ad un miglior funzionamento del sistema politico e ad un’evoluzione meno polarizzata della vita pubblica, ma questo può avvenire solo con una partecipazione al voto maggiore:

“Con una partecipazione così bassa siamo vincolati ad una crescente polarizzazione e disfunzionalità. questo può cambiare solo  con un maggior numero di votanti e la sola soluzione è entrare nel 21imo secolo e lasciare che la gente utilizzi uno strumento che tutti hanno in tasca, il telefono, e la blockchain lo rende sicuro e fattibile”.

La realizzazione di questo progetto pilota è stata possibile solo attraverso la collaborazione fra la città e la contea di Denver, Voatz che segue il progetto dal punto di vista tecnico, la Tsuk Philanthropies ed il National Cybersecurity Center.

Gli elettori autorizzati potranno quindi scegliere di votare con i loro smartphone alle prossime elezioni, affermando di voler votare non essendo al momento domiciliati in città.

Voatz verificherà l’autenticità della loro iscrizioni e quindi li iscriverà alle liste elettorali a partire dal 23 marzo sino al giorno delle elezioni, il prossimo 7 maggio.

Tutte le pratiche normalmente compiute su carta saranno eseguite da mobile. I votanti potranno quindi controllare che i propri documenti siano autentici e che il proprio voto sia stato regolarmente ricevuto.

Voatz si avvale di una piattaforma con una security a livello militare che sinora è stata testata in 30 eventi elettorali a partire dalle semplice elezioni studentesche sino alle più complesse elezioni in West Virginia.

La società assicura che il voto attraverso blockchain e mobile è più sicuro, riservato ed efficiente di qualsiasi altro strumento sinora utilizzato.

Fabio Lugano
Fabio Lugano

Laureato con lode all'Università Commerciale Bocconi, Fabio è consulente aziendale e degli azionisti danneggiati delle Banche Venete. E' anche autore di Scenari Economici, e conferenziere ed analista di criptovalute dal 2016.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.