Sale del 450% il prezzo di Crypto.com Chain
Trading

Sale del 450% il prezzo di Crypto.com Chain

By Federico Izzi - 15 Mar 2019

Chevron down

La giornata del mercato delle criptovalute si caratterizza in particolare per il prezzo di Crypto.com Chain (CRO) che continua a salire con un rialzo che oggi sfiora il 100% e una performance che, sommata a quelle degli ultimi giorni, registra un balzo che supera il 450%.

Un dato che non passa inosservato anche perché la criptovaluta arriva così al 20° posto tra le più capitalizzate con un market cap che va oltre i 455 milioni di dollari.

Il forte impulso rialzista del prezzo di Crypto.com Chain è dovuto alla notizia che il token da ieri è scambiato su un importante exchange indonesiano. L’Indonesia, come tutta l’Asia, è tra le nazioni dove le crypto stanno intaccando l’interesse dei giovani millennials.

Il token rende molto più semplice la possibilità dell’utilizzo delle crypto tramite carta di credito . Inoltre arriva da una restaurazione del sito avvenuta la scorsa settimana.

Crypto.com Chain è l’evoluzione della più famosa Monaco, la società che da diverso tempo offre dei servizi di wallet e carte di debito ai propri clienti. Per chi utilizza i loro wallet ci sono offerte su Spotify, Netflix, AirBnb, Uber, con il rimborso delle quote mensili. Probabile che questo sia il motivo che sta portando ad ulteriori sviluppi ancora non conosciuti ma che sono fautori dei rialzi. I mercati potrebbero essere un segnale che anticipa importanti news dei prossimi giorni.

Fonte: COIN360.com

Per il resto, a parte il prezzo di Crypto.com Chain, scorrendo la lista delle prima 30 criptovalute emerge solamente un segno rosso, quello di Stellar che perde oltre il 2% dai valori di ieri pomeriggio. Nulla di preoccupante considerando che Stellar nell’ultima settimana è stata una delle crypto che è salita più di tutte. È anzi la prima nella top 10 delle maggiori criptovalute per capitalizzazione, con un rialzo del 20% dai livelli di venerdì scorso.

Ma tutto il contesto continua ad essere positivo. Nonostante l’andamento sotto alcuni aspetti tecnici sembra essere molto congestionato, la capitalizzazione totale si spinge oltre i 136 miliardi.

La nota dolente è che bitcoin scende sotto il 51% della soglia di dominance, un livello che non veniva rivisto dallo scorso agosto. Segnale che evidenzia come l’attuale movimento sia sostenuto dalle altcoin.

Grafico bitcoin by Tradingview

Bitcoin (BTC)

Bitcoin se rimane ai livelli di questo pomeriggio (ore 16.00 UTC + 1), sotto la soglia dei 4.000 dollari, è la prima settimana che chiude con un massimo inferiore alla precedente. Sono 7 settimane, precisamente dall’ultima settimana di gennaio, che bitcoin sta silenziosamente segnando un trend rialzista con minimi crescenti.

La struttura tecnica nonché quella ciclica attuale che ipotizza un ciclo bimestrale in chiusura per le prossime settimane sembra non accusare la prevalente tendenza ribassista che caratterizza questa parte di ciclo.

Nonostante gli scossoni degli ultimi giorni della settimana che hanno spinto per ben tre volte i prezzi a testare area 3.850-3.900 dollari, i prezzi in queste ore sono a ridosso dei 4.000 dollari. In un’ottica di incertezza è un segnale positivo che dovrà trovare ulteriori conferme nelle prossime ore del weekend con spinte oltre i 4.000 dollari. Servono non solo spinte, ma anche un consolidamento sopra quella soglia.

Se ciò non avvenisse continua a rimanere importante la tenuta di area 3750-3800 dollari.

Grafico Ethereum by Tradingview

Ethereum (ETH)

Gli scostamenti delle ultime 24-48 ore sono quasi impercettibili. I prezzi di Ethereum oscillano tra i 135-137 dollari senza dare nessun segnale importante.

La congestione si sta sempre più stringendo e dal 6 di marzo, inizi della scorsa settimana, i prezzi hanno più volte tentato l’allungo oltre i 140 dollari ma hanno preferito stabilizzarsi tra i 135 e 140 dollari.

In un’ottica ciclica questo segnale non è positivo. Per quanto riguarda l’aspetto tecnico la congestione allarma e si rischia di essere prossimi a un movimento direzionale importante. Al rialzo, verso i 142 dollari, al ribasso sotto area 130-125 dollari.

Nelle ore del weekend alle porte sarà importante la tenuta dei 115 dollari.

Ascolta qui il podcast di Federico Izzi in collaborazione con Fintech24:

Federico Izzi
Federico Izzi

Analista finanziario e #trader indipendente – Socio S.I.A.T. & Assob.it. Opera attivamente sui mercati azionari e dei derivati (futures ed opzioni) dal 1997. Precursore dell’analisi ciclica-volumetrica è noto per aver individuato i più importanti movimenti al rialzo ed al ribasso sui mercati finanziari degli ultimi anni. Partecipa annualmente come relatore all’ ITForum di Rimini dall’edizione del 2010 ed InvestingRoma e Napoli dalla prima edizione del 2015. Interviene come ospite ed esperto dei mercati durante le trasmissioni “Trading Room” e “Market Driver” di Class CNBC, Borsa Diretta.tv e nel TG serale di Traderlink. Da luglio 2017 è ospite fisso su LeFonti.TV nell’unico spazio nazionale settimanale dedicato alle criptovalute insieme ai più importanti esperti internazionali del settore. Da maggio 2017 è ufficialmente analista tecnico di BigBit. Periodicamente pubblica articoli su ITForum News, Sole24Ore, TrendOnLine, Wall Street Italia. E’ stato intervistato in qualità di esperto di #criptovalute per: Forbes Italia, Panorama, StartupItalia, DonnaModerna. E’ stato riconosciuto come primo analista tecnico italiano ad aver pubblicato la prima analisi ciclica secolare sul #Bitcoin. Federico Izzi è… Zio Romolo

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.