banner
Industria robotica e blockchain: la grande marcia
Industria robotica e blockchain: la grande marcia
Blockchain

Industria robotica e blockchain: la grande marcia

By Fabio Lugano - 17 Mar 2019

Chevron down

La fusione tra industria robotica e blockchain sarà il prossimo passo della rivoluzione mondiale dei processi produttivi.

Read this article in the English version here.

L’industria robotica è infatti uno dei settori che segnerà l’evoluzione industriale mondiale.

Partiti da macchinari relativamente semplici in grado di compiere limitate operazioni ripetitive in un ambiente standardizzato, ora si stanno evolvendo verso i cosiddetti “Cobot” – crasi per Collaborative Robots – ovvero macchine in grado di lavorare fianco fianco all’uomo e di imparare dai suoi gesti, grazie alla AI.

Proprio queste macchine in grado di interagire direttamente con il lavoratore sono il passo che rivoluzionerà in modo definitivo il settore, come spiega un report dell’IFR.

Dopo aver rivoluzionato il settore automotive, attualmente i due settori in cui maggiormente vengono impiegati i robot sono quello alimentare (+60%) e l’informatica (+50%), mostrando come ormai la rivoluzione sia intersettoriale.

Blockchain e industria robotica

Il completamento della rivoluzione però può avvenire solo attraverso una completa gestione autonoma dei dati da parte dell’AI, con la quale i dati di produzione vengano scambiati da un’unità ad un’altra senza bisogno di interventi da parte dei tecnici.

Questo però richiede una tecnologia di gestione dei dati che sia sicura, efficiente ed incorruttibile. In caso contrario, l’attività degli hacker può diventare distruttiva, ad esempio corrompendo un ciclo di produzione e producendo prodotti difettosi.

Un robot domestico hackerato può spiare la privacy dell’abitazione e così via. E’ in questo scenario quindi che si innesta la blockchain, che permette di interfacciare i vari robot in modo semplice e sicuro, data l’incorruttibilità della tecnologia.

Diverse società dalla Cyberdyne giapponese (da non confondere con quella di Terminator), dalla Rockwell alla ABB, stanno proprio evolvendo in  queste direzioni.

Presso il MIT si tengono simposi in cui si parla di blockchain applicata alla robotica, inoltre, soluzioni di integrazione studiate da società come Fenergo permettono un’integrazione blockchain e industria robotica anche più ampia, che si allarga alla gestione degli obblighi documentali ed alla valutazione della soddisfazione del cliente.

La blockchain applicata alla robotica quindi non porterà all’era di Terminator, ma ad un diverso approccio ai processi produttivi.

Fabio Lugano
Fabio Lugano

Laureato con lode all'Università Commerciale Bocconi, Fabio è consulente aziendale e degli azionisti danneggiati delle Banche Venete. E' anche autore di Scenari Economici, e conferenziere ed analista di criptovalute dal 2016.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.