Trend Micro report: Italia il Paese più colpito dai ransomware
Sicurezza

Trend Micro report: Italia il Paese più colpito dai ransomware

By Marco Cavicchioli - 27 Mar 2019

Chevron down

Trend Micro ha presentato il report annuale delle minacce informatiche, da cui emerge, ad esempio, che l’Italia è Paese europeo più colpito dai ransomware.

Read this article in the English version here.

Infatti, nel 2018 l’Italia è risultata essere il primo Paese in Europa e il decimo Paese nel mondo più interessato da questo fenomeno. Il 12,92% di tutti gli attacchi ransomware avvenuti in Europa si è concentrato nel Bel Paese, mentre a livello mondiale i più colpiti sono stati USA, Brasile, India, Vietnam, Messico, Turchia, Indonesia, Cina, e Bangladesh.

Inoltre, sempre in Italia, nel 2018 sono stati intercettati 26.353.635 malware, che posiziona il paese in dodicesima posizione al mondo in questa categoria.

Le visite a siti maligni nel Paese sono state 10.182.915, mentre i siti maligni ospitati in Italia e bloccati sono stati 1.485.794. Le minacce via mail invece sono state più di seicento milioni, mentre invece i malware che attaccano l’online banking sono stati meno di cinquemila.

Trend Micro: cybercrime e criptovalute

Se però da un lato il ransomware si conferma molto diffuso in Italia, a livello globale la sua incidenza è scesa addirittura del 91% rispetto al 2017. Infatti, la scena del cybercrimine sta cambiando: gli attacchi risultano sempre più studiati e mirati, a differenza del passato quando miravano invece a colpire indistintamente un gran numero di persone.

Ad esempio, è aumentata del 237% la diffusione dei virus che minano criptovalute, e sono cresciuti del 269% degli URL di phishing.

Inoltre, anche gli attacchi Business Email Compromise (BEC) sono aumentati del 28%, ed hanno fruttato in media circa 132.000 dollari ad attacco. Questa tra l’altro è una tipologia di truffa che non prevede l’utilizzo di malware, tanto da riuscire a passare indenne le difese tradizionali: per difendersi le aziende devono implementare soluzioni smart, come ad esempio quelle che analizzano lo stile di scrittura delle email per identificare i tentativi di frode.

Nel 2018 la Zero Day Initiative (ZDI) Trend Micro ha scoperto più vulnerabilità di ogni altro anno precedente, incluso un aumento del 224% dei bug in ambito Industrial Control System, dove i cybercriminali sono in grado di sfruttare anche vulnerabilità per le quali sono già state rilasciate delle patch che però non sono ancora state implementate dalle aziende.

Nel corso dell’anno Trend Micro ha bloccato un totale di 48 miliardi di minacce.

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

Classe 1975, Marco è un docente di web-technologies e divulgatore online specializzato in criptovalute. Ha fondato ilBitcoin.news, ed il suo canale YouTube ha più di 11mila iscritti.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.