Paypal vs Bitcoin: i costi delle transazioni internazionali
Blockchain

Paypal vs Bitcoin: i costi delle transazioni internazionali

By Marco Cavicchioli - 6 Mag 2019

Chevron down

Il costo di una transazione internazionale da 100.000 dollari su Paypal è cento volte più elevato di una transazione bitcoin onchain di pari valore.

Read this article in the English version here.

È quanto sostiene Crypto Michaël, un trader di Amsterdam che ha pubblicato un tweet con alcuni dati.

“Trasferendo all’estero 100.000 in BTC su blockchain le fee sono comprese tra 5 e 50 dollari. Trasferendo all’estero [sempre] 100.000 dollari tramite PayPal le commissioni vanno da 1.500 a 4.000 dollari, e PayPal è in grado di bloccare l’importo per un certo periodo”.

In altre parole, il rapporto tra le due medie per una transazione internazionale sarebbe di circa cento volte. Inoltre, il costo di una transazione onchain di bitcoin non dipende dall’importo, quindi in percentuale diventa minore al crescere dell’importo inviato con la transazione stessa.

Invece, su PayPal il costo della transazione dipende dall’importo, pertanto cresce al crescere di quest’ultimo.

PayPal ha anche un costo minimo fisso per ogni transazione commerciale, a prescindere dall’importo o dal Paese di destinazione, quindi non ha costi competitivi, ad esempio, per le microtransazioni.

Anche le transazioni onchain in bitcoin hanno fee che non lo rendono competitivo per le microtransazioni, ma grazie a Lightning Network, che non richiede la registrazione su blockchain di tutte le transazioni, BTC diventa molto conveniente anche per quanto riguarda le microtransazioni, grazie a costi irrisori.

PayPal rimane invece estremamente competitivo per i trasferimenti non commerciali da un account all’altro nella stessa valuta, visto che in questi casi non vi sono costi di commissione.

Come fa notare anche Michaël, PayPal è inoltre un sistema centralizzato, che ha la piena autorità, volendo, di bloccare, ritardare o impedire il trasferimento dei fondi, come avviene ad esempio verso certi paesi inseriti in black-list. Invece Bitcoin è un sistema decentralizzato in cui le transazioni non sono in alcun modo né censurabili, né arrestabili.

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

Classe 1975, Marco è un docente di web-technologies e divulgatore online specializzato in criptovalute. Ha fondato ilBitcoin.news, ed il suo canale YouTube ha più di 11mila iscritti.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.