Binance hackerato: derubato per 7000 bitcoin (BTC)
Sicurezza

Binance hackerato: derubato per 7000 bitcoin (BTC)

By Stefano Cavalli - 8 Mag 2019

Chevron down

Alle ore 01:36 di mercoledì 8 maggio Binance ha rilasciato un comunicato in cui spiega che l’exchange è stato hackerato. L’attacco è stato portato a termine nel pomeriggio precedente ed ha portato alla perdita di 7000 bitcoin (BTC).

Read this article in the English version here.

Binance vittima di un attacco hacker: persi più di 40 milioni di dollari

Il comunicato ufficiale recita:

“Abbiamo capito che c’è stata una violazione della sicurezza nella giornata di ieri, 7 maggio 2019, alle 17:15:24. Gli hacker sono riusciti ad ottenere diverse API keys, codici 2FA (Two-Factor-Authentication) e probabilmente anche altre informazioni.
Hanno sfruttato diverse tecniche tra cui il pisHing.
Stiamo ancora facendo accertamenti per capire quali metodi sono stati utilizzati.
Potrebbero esserci altri account coinvolti che non sono ancora stati identificati”.

I primi sospetti già nel tardo pomeriggio

Diversi utenti lamentavano difficoltà nei prelievi attraverso i social e qualcuno mostrava le transazioni per un totale di 7000 bitcoin (BTC), circa 41 milioni di dollari, proveniente da un hot wallet di Binance.

Attraverso un post su Reddit, alcune persone hanno fatto notare che gli address riceventi sono caratterizzati dal formato bech32, introdotto con SegWit. Di conseguenza molti utenti si sono chiesti se questa transazioni potevano effettivamente mostrare l’integrazione del protocollo su Binance.

Inizialmente CZ aveva rassicurato tutti quanti con un tweet spiegando che si trattava di un mantenimento non programmato, chiarendo che il trading non avrebbe subito alcun disguido.

Il comunicato continua spiegando che tutto ciò riguarda solo uno degli hot wallet bitcoin di Binance e che si tratta circa del 2% di tutti i BTC che l’exchange possiede. Tutti gli altri wallet sono comunque al sicuro e fuori pericolo.

L’affermazione più importante riguarda il modo in cui verrano ripristinati questi 7000 Bitcoin (BTC) mancanti:

“Binance utilizzerà il fondo #SAFU per coprire le perdite provocate dagli hacker.
I fondi degli utenti non verranno toccati”.

Bitcoin (BTC) crolla, ma il peggiore è BNB token

BTC ha perso il 3.2% in circa mezzora, portandosi da 5960 $ fino a 5772 $. In generale tutto il settore delle criptovalute ne risente. Il peggiore è comunque BNB token: è passato da 21.80 $ a 19.70 $, in poco meno di un’ora, circa il 10%.

Stando ai dati di CoinMarketCap, sono stati bruciati più di 4 miliardi di dollari in pochissimo tempo.

Binance stima di aver bisogno di una settimana di tempo per capire esattamente cosa sia successo. I prelievi e i depositi resteranno bloccati per questo periodo di tempo.

“Gli hacker potrebbero ancora gestire alcuni account, e dunque cercare di influenzare il prezzo delle criptovalute. Tuttavia, grazie ai prelievi disabilitati, non dovrebbe esserci troppo interesse da parte loro nel cercare di manipolare il mercato”.

Non è di certo la prima volta che un exchange viene hackerato. Negli ultimi anni avvenimenti di questo tipo sono sempre più frequenti.

CZ ha comunque fatto sapere che continuerà ad aggiornare gli utenti attraverso altri comunicati.

Stefano Cavalli
Stefano Cavalli

Nato a Parma, classe '92. Laureato in Ingegneria Informatica Elettronica e delle Telecomunicazioni all'Università degli Studi di Parma. Appassionato da anni in tecnologia Blockchain, economia decentralizzata e criptovalute. Esperto in Web-Development & Software-Development.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.