L’exchange Huobi ha congelato i fondi rubati a Cryptopia dopo l’ultimo attacco hacker. Lo ha spiegato proprio Huobi in un tweet:

Read this article in the English version here.

Cryptopia ha subito diversi attacchi hacker con conseguente emorragia di crypto e ciò ha decretato inevitabilmente la sua chiusura e la sua liquidazione.

Nel frattempo i fondi rubati sono sempre stati sotto controllo grazie al monitor offerto dal servizio di Whale Alert. Così è stato scoperto che parte delle criptovalute sottratte sono state indirizzate verso l’exchange di Huobi. Secondo Whale Alert sono state vendute per altri asset.

Come si legge nel tweet, Huobi ha affermato che sta monitorando la situazione e che ha implementato un sistema automatico per rintracciare i fondi di Cryptopia appena questi entrano nella piattaforma, con il relativo congelamento degli stessi, impedendo di fatto che siano venduti o spostati.

Sono oltre 30.000 Ethereum (ETH), circa $ 7 milioni, i fondi appartenuti a Cryptopia che sarebbero stati trasferiti verso l’exchange di Huobi. Adesso sono bloccati e quindi al sicuro da eventuali spostamenti.

Un’ottima notizia per il fondatore di Cryptopia che ha da poco lanciato un nuovo exchange, Assetylene

Previous articleRipple, crollo del prezzo: XRP -50%
Next articleDash core, l’aggiornamento 0.14.0 ora su testnet
Alfredo de Candia
Android developer da oltre 8 anni sul playstore di Google con una decina di app, Alfredo a 21 anni ha scalato il Monte Fuji seguendo il detto "Chi scala il monte Fuji una volta nella vita è un uomo saggio, chi lo scala due volte è un pazzo". Tra le sue app troviamo un dizionario di giapponese, un database di spam e virus, il più completo database sui compleanni di serie Anime e Manga e un database sulle shitcoin. Miner della domenica, Alfredo ha una forte passione per le crypto ed è un fan di EOS.