Mercato crypto oggi in calo: BTC -10%
Trading

Mercato crypto oggi in calo: BTC -10%

By Federico Izzi - 11 Lug 2019

Chevron down

Il mercato crypto oggi registra un netto calo. Dopo quattro giorni di salita che stavano caratterizzando il rimbalzo iniziato dallo scorso fine settimana guidato dal bitcoin, torna a innestare la retromarcia tutto il settore. Capitombolo da parte del bitcoin, che dopo aver provato a rompere nella giornata di ieri i 13.000 dollari, mette il piede in fallo e cade, come accaduto tre settimane fa. Il ribasso in 24 ore è superiore al 10%. 

Read this article in the English version here.

Come già accaduto, bitcoin fa il bello e cattivo tempo, e la giornata è caratterizzata da ribassi importanti per tutte le altcoin. 

Fonte: COIN360.com

Tra le prime 10, Bitcoin insieme a Binance (BNB) che scende del 6%, è quello che perde meno di tutte le altre. Nel calo di oggi dell’intero mercato crypto, si fa notare l’affondo di EOS che perde circa il 20%. Bitcoin Cash (BCH) torna sotto quota 340 dollari, con un ribasso del 18%.

Grafico Ripple by Tradingview

Anche Ripple (XRP) con un -15% si spinge sotto area 34 centesimi di dollaro, ritornando ai livelli dei primi cinque mesi dell’anno. Ripple si mette così alle spalle l’allungo rialzista che lo aveva caratterizzato dalla seconda settimana di maggio, quando si era spinto poco oltre i 50 centesimi nell’ultima decade di giugno.

La giornata vede una netta prevalenza dei segni rossi, oltre il 95% delle criptovalute, con segni verdi solo per crypto di bassa capitalizzazione. Oltre EOS, fa peggio Quantum (QAU) che perde il 22% ed è la peggiore di giornata, così come Bytom (BTM) che perde il 20% circa.

L’affondo di queste ultime ore vede una salita da parte dei volumi che da ieri pomeriggio evidenziano la presa di beneficio. L’attuale calo del mercato delle criptovalute si può ritenere un ritracciamento tecnico, non essendoci particolari notizie che possano giustificare questo movimento, un rimbalzo tecnico che non ha avuto la forza di spingersi oltre le resistenze e per bitcoin oltre i massimi di giugno.

Il market cap scende sotto i 315 miliardi di dollari, il livello più basso dall’inizio di giugno, sotto i precedenti minimi. Sono ancora le altcoin a soffrirne particolarmente, mentre bitcoin si conferma crypto di rifugio. Nonostante l’affondo dei prezzi, la dominance del bitcoin continua a salire e a spingersi verso il 66%, livelli che non si registravano da aprile 2017. Il movimento ribassista vede la dominance di Ethereum mantenersi comunque poco sotto la soglia del 9,3%. La perdita di valore e la forte debolezza di Ripple spingono la sua dominance verso il basso, oggi al 4,5%, i livelli più bassi dal dicembre 2017.

Grafico bitcoin by Tradingview

Bitcoin (BTC)

Il fallimento della rottura dei 13.100 dollari, porta al deciso ritorno della speculazione e all’aumento dei volumi e delle prese di beneficio. Tecnicamente, prendendo come riferimento le chiusure giornaliere, bitcoin sembra segnare un doppio massimo di periodo, pertanto è un segnale da seguire con attenzione nei prossimi giorni.

Al momento bitcoin riesce a mantenersi intorno a quota 11.500 dollari. 10.000-9.800 dollari sono i livelli da osservare nelle prossime ore e nei prossimi giorni. In caso di ritorno sotto questi che sono i livelli del 2 di luglio, aumenterebbero gli scambi essendo una soglia di scontro tra orsi e tori.

Passerebbe questa paura se bitcoin dovesse riprendere quota 12.500-13.000 dollari, ma al momento sembra prevalere la tendenza ribassista, per cui è bene osservare la tenuta o la mancata tenuta dei livelli di supporto. Quello più diretto è in area 11.000 dollari, a un passo dai livelli attuali, quello più importante in un’ottica mensile è area 10.000-9.800 dollari.

Grafico Ethereum by Tradingview

Ethereum (ETH)

Il capitombolo di Ethereum preoccupa maggiormente. La rottura dei 280 dollari viola al ribasso la trend line dinamica rialzista iniziata dai minimi di fine aprile. Ethereum torna sotto le resistenze violate a metà di giugno, area 285-280 dollari. Diventano questi livelli da seguire anche nelle prossime ore. 

Si stanno decidendo le sorti di Ethereum per le prossime due settimane, in concomitanza con la chiusura del prossimo ciclo mensile iniziato dai minimi relativi iniziati dal 9 giugno. È una fase ciclica in linea con la debolezza perciò è necessario osservare la tenuta dei supporti. Quello più importante è area 275-280 dollari, il prossimo step sarebbe in area 250-255 dollari 

Al rialzo per Ethereum serve un allungo del 15% a 310-315 dollari, ma al momento come per bitcoin è necessario osservare la tenuta dei supporti. 

Federico Izzi
Federico Izzi

Analista finanziario e #trader indipendente – Socio S.I.A.T. & Assob.it. Opera attivamente sui mercati azionari e dei derivati (futures ed opzioni) dal 1997. Precursore dell’analisi ciclica-volumetrica è noto per aver individuato i più importanti movimenti al rialzo ed al ribasso sui mercati finanziari degli ultimi anni. Partecipa annualmente come relatore all’ ITForum di Rimini dall’edizione del 2010 ed InvestingRoma e Napoli dalla prima edizione del 2015. Interviene come ospite ed esperto dei mercati durante le trasmissioni “Trading Room” e “Market Driver” di Class CNBC, Borsa Diretta.tv e nel TG serale di Traderlink. Da luglio 2017 è ospite fisso su LeFonti.TV nell’unico spazio nazionale settimanale dedicato alle criptovalute insieme ai più importanti esperti internazionali del settore. Da maggio 2017 è ufficialmente analista tecnico di BigBit. Periodicamente pubblica articoli su ITForum News, Sole24Ore, TrendOnLine, Wall Street Italia. E’ stato intervistato in qualità di esperto di #criptovalute per: Forbes Italia, Panorama, StartupItalia, DonnaModerna. E’ stato riconosciuto come primo analista tecnico italiano ad aver pubblicato la prima analisi ciclica secolare sul #Bitcoin. Federico Izzi è… Zio Romolo

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.