Presto potrebbe essere disponibile un nuovo protocollo per pagamenti in bitcoin con Lightning Network presso diversi rivenditori, come ad esempio Starbucks, Whole Foods, AMC, Home Depot e Southwest Airlines.

Read this article in the English version here.

Si tratta di un protocollo basato su Lightning Network, sviluppato dalla piattaforma di pagamenti Fold, in grado di integrarsi con i tradizionali sistemi di pagamento già esistenti nei POS. 

Il CEO di Fold, Will Reeves, ha dichiarato che il protocollo interagisce:

“direttamente con i programmi di accesso prepagato come carte regalo, credito negozio, binari o altre opzioni che i commercianti sono già abituati ad accettare”. 

Anche se i clienti pagheranno in bitcoin con Lightning Network, i pagamenti saranno ricevuti dal venditore in qualsiasi altra valuta disponibile, comprese quelle fiat. Questo per i rivenditori elimina il rischio legato alla volatilità del valore delle criptovalute, ed amplia il loro bacino potenziale di clientela aggiungendo coloro che preferirebbero effettuare transazioni in bitcoin

Ad oggi, tuttavia, non risultano ancora esserci rapporti diretti tra Fold ed i rivenditori che potrebbero utilizzare questo servizio, tuttavia l’azienda assicura che il servizio sarà disponibile per tutti coloro che già utilizzano un particolare POS che consente pagamenti con carte regalo o buoni acquisto. L’integrazione infatti non richiederà nessuna modifica e nessun intervento da parte del rivenditore, nemmeno l’installazione di nuovo software o hardware.

“I clienti navigano nell’app Fold, dove vengono presentati un elenco di negozi disponibili. Quindi selezionano il negozio e quanto vogliono spendere. Fold visualizza immediatamente un codice a barre o un altro metodo di pagamento generato tramite l’API della carta regalo del commerciante”. 

A quel punto sarà possibile pagare la carta regalo anche con un wallet bitcoin Lightning Network, ed il processo complessivamente richiede solamente circa 30 secondi. 

Fold pertanto non è un wallet, e non consente la conservazione di bitcoin, ma consente solamente l’acquisto della carta regalo, già compatibile con i POS di cui sopra, richiedendo un wallet esterno per il suo pagamento. 

Fold non addebiterà commissioni per il servizio all’acquirente, ma le addebiterà ai rivenditori in cambio dell’arrivo di nuovi clienti. 

La startup è attualmente in fase di incubazione da thesis.co, e non è ancora nota la data di uscita sul mercato dell’app. 

“Riteniamo che Bitcoin offra un metodo di pagamento fondamentalmente migliore, che preserva la privacy, resiste alla censura ed è nativamente globale. A tal fine, costruiamo prodotti che rendono la spesa in bitcoin un gioco da ragazzi, rendendolo facile da usare, gratificante e ampiamente accettato come una carta di credito”.