Shell: un investimento nella blockchain
Blockchain

Shell: un investimento nella blockchain

By Alfredo de Candia - 11 Lug 2019

Chevron down

Ieri LO3 Energy, azienda di Brooklyn che sta costruendo una piattaforma blockchain per permettere un modello di business decentralizzato nel settore energetico, ha rivelato la notizia che sia Shell che Sumitomo Corporation hanno fatto un investimento nel progetto.

Read this article in the English version here.

L’azienda utilizza una versione derivata dalla blockchain di Ethereum che permette agli utenti di comprare e vendere energia prodotta localmente, assicurando agli stessi che la provenienza dell’energia derivi da specifiche fonti come l’energia solare o l’eolico e così via.

Questi nuovi investimenti permetteranno di scalare a livello mondiale questo progetto, così come ha affermato il CEO di LO3 Energy, Lawrence Orsini:

“L’investimento da parte di Shell e Sumitomo rappresenta un momento di riferimento per LO3 Energy mentre iniziamo a scalare le nostre reti energetiche basate su blockchain in tutto il mondo. L’energia sta attraversando una rivoluzione e le risorse energetiche rinnovabili distribuite stanno acquisendo sempre più quote di mercato, ma per integrarle in modo efficiente abbiamo bisogno di reinventare le nostre reti energetiche. Questi investimenti ci aiuteranno ad accelerare l’introduzione di microgrid a più basso impatto ambientale, che consentono a tutte le parti interessate di beneficiare di transazioni energetiche locali, distribuite, decentralizzate e decarbonizzate e di una gestione energetica in risposta alla domanda di ogni singolo edificio”

Questo permetterà di usare meno combustibili fossili, tesi condivisa anche dal direttore degli investimenti Shell Ventures, Kirk Coburn:

“Mentre ci muoviamo verso un futuro meno inquinante, Shell mira ad investire in aziende innovative che contribuiranno a rendere possibile la transizione energetica. LO3 Energy si adatta perfettamente a quello spazio.”

La blockchain investimento non solo di Shell

Per quanto riguarda Sumitomo Corporation, una delle top sōgō shōsha al mondo, anche loro supporteranno il progetto di LO3 soprattutto per quanto riguarda l’energia rinnovabile, come affermato dall’Executive Officer di Sumitomo Corporation, Norihiko Nonaka:

“In un contesto di drastici cambiamenti e di innovazione nel settore energetico, in particolare per quanto riguarda la rapida diffusione delle energie rinnovabili decentralizzate, abbiamo l’intenzione di ampliare il nostro business nel nuovo settore creato da LO3 Energy. Lavoreremo insieme e supporteremo l’ulteriore crescita di LO3 Energy, che sarà in grado di realizzare una community ecologica e responsabile nei confronti dell’ambiente”.

LO3 e Kyocera

Nel febbraio del 2019 la società giapponese Kyocera Corporation e LO3 Energy avevano già svelato un progetto di test per creare una centrale energetica virtuale gestito tramite blockchain, basata sulla tecnologia verde fotovoltaica.

L’idea in quel caso era di creare un Virtual Power Plant, un impianto di generazione energetica che integra diverse fonti, anche eterogenee, in modo da poter fornire energia in modo continuo.

Alfredo de Candia
Alfredo de Candia

Android developer da oltre 8 anni sul playstore di Google con una decina di app, Alfredo a 21 anni ha scalato il Monte Fuji seguendo il detto "Chi scala il monte Fuji una volta nella vita è un uomo saggio, chi lo scala due volte è un pazzo". Tra le sue app troviamo un dizionario di giapponese, un database di spam e virus, il più completo database sui compleanni di serie Anime e Manga e un database sulle shitcoin. Miner della domenica, Alfredo ha una forte passione per le crypto ed è un fan di EOS.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.