Come riportato anche dal CTO di satoshi.info, Jameson Loop, le transazioni con SegWit sono aumentate significamente, raggiungendo un nuovo record, nonostante molti exchange e wallet non abbiano ancora implementato questa caratteristica.

Read this article in the English version here.

SegWit, acronimo per Segregated Witness, è il nome utilizzato per un upgrade del protocollo Bitcoin che serve a permettere lo sviluppo di soluzioni di scalabilità su un layer di secondo livello.

Dal grafico si può vedere che le transazioni SegWit hanno raggiunto un nuovo picco da record nel 2019 e in corrispondenza anche dell’aumento del valore del bitcoin.

Come affermato nel tweet, per vedere immediatamente se un servizio, exchange o wallet hanno implementato SegWit è sufficiente vedere come inizia l’indirizzo: gli indirizzi SegWit iniziano tutti con 3 invece che con 1.

Di recente, anche grazie al picco del prezzo di BTC gli indirizzi con almeno 1 dollaro sono aumentati in maniera esponenziale.

Previous articleMEET.ONE arriva sul DEX di Binance
Next articleLa dominance di bitcoin supera il record del dicembre 2017
Alfredo de Candia
Android developer da oltre 8 anni sul playstore di Google con una decina di app, Alfredo a 21 anni ha scalato il Monte Fuji seguendo il detto "Chi scala il monte Fuji una volta nella vita è un uomo saggio, chi lo scala due volte è un pazzo". Tra le sue app troviamo un dizionario di giapponese, un database di spam e virus, il più completo database sui compleanni di serie Anime e Manga e un database sulle shitcoin. Miner della domenica, Alfredo ha una forte passione per le crypto ed è un fan di EOS.