IOTA: STMicroelectronics utilizzerà la Tangle per le proprie soluzioni IoT
Blockchain

IOTA: STMicroelectronics utilizzerà la Tangle per le proprie soluzioni IoT

By Michele Porta - 25 Lug 2019

Chevron down

La IOTA Foundation, organizzazione senza fini di lucro alla base di IOTA e delll’architettura Tangle, ha annunciato recentemente una nuova importante collaborazione con la STMicroelectronics, uno dei più grandi produttori mondiali di componenti elettronici sia per uso industriale che per l’elettronica di consumo.

Read this article in the English version here.

Semplificare le soluzioni IoT

Il fulcro della collaborazione verterà sull’integrazione della tecnologia Tangle nel software X-CUBE-IOTA1 della STMicroelectronics.

Alessandro Cremonesi, VP System Research e Application di STMicroelectronics, spiega che gli sviluppatori potranno ora utilizzare l’ambiente di sviluppo aperto STM32 per creare applicazioni che includono le funzionalità offerte da IOTA.

I settori come l’energia e la logistica dovrebbero trarre vantaggio dall’elevate prestazioni offerte da IOTA, in aree critiche quali la gestione dell’alimentazione, della connettività e dell’audio.

La scelta di IOTA

Da quando è stata fondata nel 2015, IOTA ha stretto numerose e importanti collaborazioni con aziende del calibro di Volkswagen, Fujitsu e Samsung.

A differenza di altre criptovalute, la tecnologia di base di IOTA non è una blockchain ma un grafico aciclico diretto (DAG). Per poter inviare una transazione, devono essere convalidate prima altre due transazioni.

Inoltre, IOTA può operare offline e sincronizzarsi in un secondo momento. Si tratta di una caratteristica molto importante per le applicazioni IoT dove non esiste alcuna garanzia di connettività al 100%.

Tuttavia, è bene specificare che IOTA non è completamente decentralizzata poiché necessità attualmente di un coordinatore centralizzato per funzionare correttamente.

Industria 4.0

Per avere un meccanismo funzionale ed intelligente, i costruttori di macchine dovranno aprire i sistemi proprietari che ad oggi sono per la maggior parte chiusi.

I dati industriali non sono molto diversi dai dati prodotti dai consumatori se non per il fatto che richiedono un ulteriore livello di privacy e sicurezza.

Qui è dove IOTA può entrare in gioco attraverso la propria tecnologia Tangle, che garantisce transazioni sicure, alta velocità e basso costo con un certo livello di privacy.

I dati prodotti potrebbero successivamente essere acquistati o venduti in un “mercato industriale di dati“.

Michele Porta
Michele Porta

Ingegnere informatico. Da sempre appassionato di tecnologia, hardware e software. Entra nel mondo delle criptovalute negli ultimi anni imparando a fare trading e studiando gli aspetti tecnologici e implementativi delle principali crypto sul mercato. Spera in un futuro privo di contanti e basato sulla sicurezza garantita dalla blockchain.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.