Read this article in the English version here.

La Volkswagen sta da tempo collaborando con IOTA e per il 2019 è previsto il primo rilascio del Digital CarPass, grazie al quale i dati sulle prestazioni delle autovetture saranno monitorati tramite la tecnologia blockchain, in modo da garantire che la raccolta delle informazioni del veicolo venga effettuata in modo affidabile e sicuro.

Lo ha confermato direttamente il capo della divisione Blockchain di Volkswagen Benjamin Sinram durante l’Ecomotion di Tel Aviv.

Il progetto Digital CarPass prevede l’installazione di uno specifico software sui veicoli in grado di comunicare in tempo reale con la rete IOTA.

Sarà come una specie di pagella su cui verranno registrati tutti i dati di marcia del veicolo, come ad esempio il chilometraggio, in modo sicuro ed affidabile.

Volkswagen vuole integrare questa tecnologia sulle proprie autovetture per poter fornire nuovi servizi agli utenti, insieme a un sistema automatico di pagamento.

Inoltre, ha allo studio anche altre soluzioni basate su blockchain, sebbene in fase meno avanzata, con la sua consociata Porsche.

La casa delle famose auto sportive sta lavorando a una soluzione che consenta l’utilizzo dei veicoli a più persone con la verifica dell’identità tramite blockchain.

Durante l’evento di Tel Aviv, intitolato “Smart Mobility meets Blockchain Technologies“, Sinram ha detto che la tecnologia blockchain è interessante perché consente di condurre transazioni con trasparenza” e “immutabilità”.

Inoltre, ha confermato che il suo team sta lavorando su cinque pilot, tra cui il Digital CarPass che sarà lanciato all’inizio del 2019.