Zuckerberg: “Libra è aperto al dialogo con i regolatori”
Zuckerberg: “Libra è aperto al dialogo con i regolatori”
Criptovalute

Zuckerberg: “Libra è aperto al dialogo con i regolatori”

By Marco Cavicchioli - 26 Lug 2019

Chevron down

Mark Zuckerberg ha dichiarato che su Libra si confronteranno con i regolatori “per tutto il tempo che ci vorrà”. 

Read this article in the English version here.

Il CEO di Facebook, infatti, durante una conference call sui risultati del secondo trimestre del 2019 tenutasi il 24 luglio (e di cui è stata pubblicata una trascrizione), ha risposto ad una domanda esplicita: 

“Mark, come stai pensando all’opposizione che avete ricevuto per Libra? Cambia la tua visione dell’intervallo di tempo per il lancio della valuta?”

 

La sua risposta è stata: 

“Sicuro. Quindi su Libra, in modo simile al nostro approccio su alcune delle importanti questioni sociali che abbiamo affrontato in materia di crittografia e regolamentazione dei contenuti e cose del genere, sappiamo che si tratta di spazi davvero importanti e sensibili. Quindi il nostro approccio è stato quello di cercare di avere un dialogo molto aperto al riguardo. Facebook di qualche anno fa probabilmente si sarebbe solo presentata e avrebbe provato a rilasciare un prodotto per conto suo, ma ora l’approccio su tutti questi fronti è quello di delineare le idee e i valori che pensiamo che un eventuale servizio dovrebbe avere. 

Abbiamo aperto un periodo, per quanto tempo ci vuole, per rispondere alle domande dei regolatori e dei diversi esperti e costituenti su questo argomento, e quindi capire quale sia il modo migliore per andare avanti. Ed è certamente quello che stiamo pianificando di fare con Libra. Quindi abbiamo lavorato con gli altri 27 membri dell’Associazione per pubblicare il white paper e per mettere in campo l’idea, aspettandoci che si tratti di un’area molto importante e fortemente regolamentata, e che ci sarebbero state molte domande. E dovremo risolverlo. Quindi penso che al momento siamo in procinto di farlo. Stiamo cercando di fornire un prodotto sicuro, stabile e ben regolato, quindi questa è sempre stata la strategia e continueremo a impegnarci qui”. 

 

Quel “however long it takes” assomiglia molto al “whatever it takes” del governatore della BCE Mario Draghi pronunciato nel 2012 in piena crisi finanziaria e divenuto celebre per la sua capacità di rassicurare i mercati sul futuro dell’Euro. 

In questo modo Zuckerberg conferma che non ci sarà alcuna fuga in avanti e che sarebbero pronti anche a prolungare il periodo di tempo necessario a dissipare tutti i principali dubbi dei regolatori prima di mettere sul mercato Libra. 

A questo punto l’ipotesi di lancio a metà del 2020 potrebbe essere anche rimessa in discussione, perché non è detto che un anno sia un periodo sufficiente per giungere ad una specie di accordo con i regolamentatori. Non dimentichiamo, infatti, che non è detto che le leggi attuali siano pienamente sufficienti per rassicurare i regolatori in merito ai dubbi che ha sollevato il progetto, tanto che potrebbe essere persino necessario elaborare delle nuove norme.

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

Classe 1975, Marco è un docente di web-technologies e divulgatore online specializzato in criptovalute. Ha fondato ilBitcoin.news, ed il suo canale YouTube ha più di 25mila iscritti.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.