Bitcoin di nuovo a 12000 dollari
Trading

Bitcoin di nuovo a 12000 dollari

By Federico Izzi - 9 Ago 2019

Chevron down

È stata una settimana decisamente importante per bitcoin che, a causa delle tensioni internazionali, ha attirato l’attenzione per aver recuperato nuovamente area 12000 dollari, abbandonati nella prima decade di luglio. 

Bitcoin sta generando sempre più interesse, come dimostra anche la dominance che si avvia a spingersi a quota 70%, livelli abbandonati a marzo 2017. Nonostante la giornata incerta di oggi veda il valore di bitcoin oscillare intorno alla parità (ora a -0,2%), BTC riesce a mantenersi con un market cap di 210 miliardi di dollari.

La capitalizzazione totale del settore si mantiene invece sopra i 305 miliardi di dollari. 

Fonte: COIN360.com

 

Per quanto riguarda le altre crypto, oggi il 60% delle criptovalute è in rosso, ma non è nulla di preoccupante, in quanto i maggiori ribassi di giornata sono tre e di poco oltre il 7%: si tratta di Basic Attention Token (BAT), Metaverse (ETP) e Decred (DCR).

Dalla parte opposta, sul gradino più alto del podio, troviamo Bytecoin (BCN) che sale di oltre il 25%. Ad oggi ha 127 milioni di dollari di capitalizzazione occupando la 49° posizione in classifica.

La settimana registra i più alti scambi settimanali dallo scorso metà luglio, volumi dovuti per lo più a bitcoin. Questo va a discapito di tutte le altre altcoin. La situazione viene fotografata molto bene da quello che è l’andamento di Ethereum in queste ultime ore. 

Ethereum, su base giornaliera, perde il 4% evidenziando come in questi ultimi giorni senza il supporto dei volumi (al contrario di quanto accade a bitcoin), i prezzi tornano a scivolare. Ciò inficia anche sulla dominance di Ethereum che crolla sotto al 7,5%, i livelli più bassi da marzo 2017. 

Lo stesso vale per Ripple che, su base giornaliera, contiene il ribasso scendendo di circa il 2%, portando la sua quota di mercato ai livelli più bassi della settimana, a ridosso del 4,3%.

Grafico bitcoin by Tradingview

Prezzo Bitcoin (BTC) a 12000 dollari

Bitcoin, con il movimento rialzista degli ultimi giorni ha recuperato i 12.000 dollari, livello che attira le micro oscillazioni di questo periodo. Nonostante la prova di allungo sopra questa soglia, al momento si è evidenziato un fallimento. 

Un consolidamento sopra questo livello proietterebbe i prezzi sopra il livello tecnico e psicologico dei 13.000. Al contrario, se i 12.000 dollari non dovessero essere violati al rialzo nel corso del fine settimana, aumenterebbero le possibilità di un ritracciamento dei prezzi con un approdo in area 10.800 dollari nei prossimi giorni.

Per bitcoin la tendenza rimarrà rialzista se i prezzi non dovessero spingersi sotto quota 10.000 dollari. 

Grafico Ethereum by Tradingview

Prezzo Ethereum (ETH)

Il fallimento della rottura de 235 dollari, livello testato ad inizio settimana, fa regredire nuovamente i prezzi ai livelli giornalieri attuali dei 215 dollari. Per Ethereum la tendenza rimane rialzista e rimarrebbe involata se i prezzi si mantenessero sopra i 210-215 dollari. 

Se questo livello venisse violato potrebbe tornare la speculazione al ribasso con un primo obiettivo a 190 dollari, livelli di metà luglio, il minimo più basso degli ultimi tre mesi. Un ritorno al rialzo sopra quota 235 dollari e un consolidamento sopra questo livello proietterebbe i prezzi nuovamente in area 250-255 dollari, livello di resistenza di breve periodo. 

Grafico Monero by Tradingview

La novità della settimana: Monero (XMR)

Monero, in questa settimana di importanti tensioni, è l’altcoin che riesce a mantenere il passo del bitcoin. Il rialzo di questa ultima settimana spinge i prezzi in queste ore poco sotto la soglia dei 100 dollari, livelli abbandonati lo scorso 11 luglio. Monero vede tornare l’attenzione su di sé, mantenendo il passo del bitcoin con una tendenza rialzista che dai minimi di metà luglio ha visto i prezzi recuperare oltre il 35%.

Per Monero sarà importante nei prossimi giorni attestarsi sopra i 100 dollari, altrimenti potrebbe prevalere un ritracciamento dei prezzi e un test dei precedenti massimi relativi di metà luglio in area 85 dollari.

 

Federico Izzi
Federico Izzi

Analista finanziario e #trader indipendente – Socio S.I.A.T. & Assob.it. Opera attivamente sui mercati azionari e dei derivati (futures ed opzioni) dal 1997. Precursore dell’analisi ciclica-volumetrica è noto per aver individuato i più importanti movimenti al rialzo ed al ribasso sui mercati finanziari degli ultimi anni. Partecipa annualmente come relatore all’ ITForum di Rimini dall’edizione del 2010 ed InvestingRoma e Napoli dalla prima edizione del 2015. Interviene come ospite ed esperto dei mercati durante le trasmissioni “Trading Room” e “Market Driver” di Class CNBC, Borsa Diretta.tv e nel TG serale di Traderlink. Da luglio 2017 è ospite fisso su LeFonti.TV nell’unico spazio nazionale settimanale dedicato alle criptovalute insieme ai più importanti esperti internazionali del settore. Da maggio 2017 è ufficialmente analista tecnico di BigBit. Periodicamente pubblica articoli su ITForum News, Sole24Ore, TrendOnLine, Wall Street Italia. E’ stato intervistato in qualità di esperto di #criptovalute per: Forbes Italia, Panorama, StartupItalia, DonnaModerna. E’ stato riconosciuto come primo analista tecnico italiano ad aver pubblicato la prima analisi ciclica secolare sul #Bitcoin. Federico Izzi è… Zio Romolo

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.