Blockstream annuncia la propria mining pool
Mining

Blockstream annuncia la propria mining pool

By Emanuele Pagliari - 9 Ago 2019

Chevron down

La nota azienda Blockstream ha annunciato il proprio servizio dedicato al mining, accompagnato anche dalla mining pool proprietaria della compagnia.

Blockstream Mining, questo il nome del prodotto, non è altro che un avanzato servizio di housing per chi già possiede decine se non centinaia di ASIC.

Come tutti i classici servizi di housing, infatti, Blockstream Mining fornisce una collocazione delle attrezzature per il mining all’interno dei data center dell’azienda, appositamente realizzati per soddisfare le esigenze dei clienti aziendali.

Il servizio di housing, infatti, consente la rapida implementazione di qualsiasi tipo di attrezzatura per il mining di bitcoin e fornisce ai clienti un controllo completo sulle operazioni.

Come riportato nel comunicato stampa dell’azienda, Blockstream Mining è nato con l’obiettivo di consentire a tutti i detentori di bitcoin ed alle aziende coinvolte nel settore di partecipare direttamente al mantenimento della rete di BTC tramite il mining.

Il servizio, dunque, ambisce ad eliminare alcune delle barriere d’ingresso di questo settore, fra cui la necessità di trovare una location con bassi costi di mantenimento ed il controllo – oltre alla gestione – dell’attrezzatura stessa.

Blockstream Mining: il servizio di housing dell’azienda

Negli ultimi anni i nuovi miner di criptovalute si sono trovati a dinnanzi a due opzioni: costruire le proprie strutture minerarie complesse e costose, oltre a sviluppare le infrastrutture energetiche necessarie ed i sistemi di raffreddamento, oppure scegliere un servizio di hosting professionale, dovendo però spesso far fronte a team inesperti, un controllo limitato sull’attrezzatura dedicata al mining e spese impreviste.

Blockstream Mining affronta questi problemi fornendo un servizio di housing di classe enterprise che consente al cliente di monitorare e controllare il proprio hardware in piena trasparenza. Non solo, il servizio si occupare pure del trasporto dell’hardware in loco, oltre ad effettuare l’installazione dell’hardware.

L’azienda infatti si è addentrata nel mining di bitcoin nel corso del 2017 e da allora ha continuato ad investire in questo settore, realizzando le proprie infrastrutture così da poter contribuire direttamente alla rete di bitcoin. E’ stata infatti una delle prime aziende del Quebec a sfruttare l’energia idroelettrica nel mining di criptovalute.

Attualmente l’azienda dispone di 300 Megawatt di capacità energetica garantita ed a breve verrà ulteriormente innalzata tale soglia. Non solo, Blockstream detiene anche l’1% circa dell’hashrate di bitcoin, derivante dai numerosi ASIC marchiati Bitfury, Ebang e MicroBT.

Blockstream Pool

Accanto al servizio di housing, l’azienda ha anche annunciato la Blockstream Pool, la prima pool al mondo ad utilizzare il protocollo BetterHash. BetterHash è un protocollo avanzato dedicato alle mining pool, nato con il fine di garantire ad ogni singolo miner la possibilità di controllare e scegliere direttamente quali transazioni bitcoin includere nei blocchi appena estratti.

In questo modo, pur trattandosi di una mining pool, si mantiene comunque un’elevata decentralizzazione della pool, migliorando dunque la resistenza alla censura ed ad eventuali attacchi del 51%, poiché gli amministratori della pool non possono più controllare direttamente l’hashrate.

Attualmente la Blockstream Pool è in funzione sulla testnet e sarà inizialmente disponibile solamente ai clienti di Blockstream Mining. Nel corso del tempo, però, tale servizio verrà probabilmente reso disponibile al pubblico.

Emanuele Pagliari
Emanuele Pagliari

Ingegnere delle telecomunicazioni appassionato di tecnologia. La sua avventura nel mondo del blogging è iniziata su GizChina.it nel 2014 per poi proseguire su LFFL.org e GizBlog.it. Emanuele è nel mondo delle criptovalute come miner dal 2013 ed ad oggi segue gli aspetti tecnici legati alla blockchain, crittografia e dApp, anche per applicazioni nell'ambito dell'Internet of Things

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.