Gateway: Sinochem e Shell per una blockchain del petrolio
Blockchain

Gateway: Sinochem e Shell per una blockchain del petrolio

By Alfredo de Candia - 6 Set 2019

Chevron down

Secondo alcune indiscrezioni, la società Sinochem Energy Technology, facente capo alla Sinochem Group, azienda nel campo della produzione di prodotti chimici e di petrolio, sarebbe in trattative per sviluppare e lanciare una piattaforma blockchain dal nome “Gateway” in collaborazione con Shell e Macquarie Group.

Sia Shell che Macquarie hanno firmato un memorandum of understanding nel mese di luglio per esplorare le potenzialità offerte dalla blockchain e sviluppare una piattaforma, Gateway per l’appunto, dedicata al tracciamento del petrolio.

Secondo una fonte interna, la piattaforma Gateway è valutata circa $ 14 milioni e permetterà di utilizzare la tecnologia della blockchain per aumentare la trasparenza di alcuni processi e ridurre il rischio di possibili frodi.

Dal canto suo Shell non è nuova nel settore della blockchain dato che già in passato ha dimostrato di essere propensa all’uso di una piattaforma blockchain, basti pensare al consorzio Vakt oppure al più recente investimento in una società che utilizza la blockchain di Ethereum per comprare e vendere energia prodotta localmente.

Alfredo de Candia
Alfredo de Candia

Android developer da oltre 8 anni sul playstore di Google con una decina di app, Alfredo a 21 anni ha scalato il Monte Fuji seguendo il detto "Chi scala il monte Fuji una volta nella vita è un uomo saggio, chi lo scala due volte è un pazzo". Tra le sue app troviamo un dizionario di giapponese, un database di spam e virus, il più completo database sui compleanni di serie Anime e Manga e un database sulle shitcoin. Miner della domenica, Alfredo ha una forte passione per le crypto ed è un fan di EOS.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.