Brendan Blumer: su Twitter una riflessione sulla governance di EOS
Blockchain

Brendan Blumer: su Twitter una riflessione sulla governance di EOS

By Alfredo de Candia - 16 Set 2019

Chevron down

Ieri su Twitter, il CEO di block.one, Brendan Blumer, ha scambiato alcuni interessanti messaggi sul tema della governance della blockchain di EOS e sul comportamento dei Block Producer (BP).

 

Il dibattito è nato dalla rivelazione fatta da un utente famoso sulla blockchain di EOS, Colin T Crypto, che ha scritto su Twitter che un BP ha cercato di comprare il suo proxy per permettere ad altri Block Producer di salire nella classifica della top 21.

A seguito di questa rivelazione, il CEO si è complimentato con l’utente della trasparenza.

“Questa è la governance decentralizzata. È un bene vedere come rappresenti la trasparenza e l’integrità per conto di coloro che sostengono il tuo proxy”.

In tutta risposta, Rami James, uno dei designer di Scatter, il più importante wallet per EOS, ha espresso il suo disappunto riguardo ai BP, che secondo lui hanno un comportamento poco chiaro.

Ok. E qual è la tua posizione nei confronti di quelli che non lo fanno? Il problema è che i principali BP hanno pagato e comprato la loro strada verso l’alto. Non è democratico e non è trasparente. Quando @block_one_one_ risolverà questa situazione?”.

Così, ancora su Twitter, Brendan Blumer ha spiegato che la posizione di Block.one non è quella di intervenire a gamba tesa in modo che una maggiore competizione sui costi permetta ai BP di ottimizzare le risorse e di ottimizzare i propri sistemi, cosa che può portare ad avere dei vantaggi per l’intera blockchain di EOS.

Inoltre, Blumer fa notare che pagare di più i BP non garantirebbe che questi utilizzino le  risorse per migliorare la rete:

“Dovrebbe Bitcoin aggiungere spese di transazione extra se i miner promettono di essere “utili alla community”?

 

Alfredo de Candia
Alfredo de Candia

Android developer da oltre 8 anni sul playstore di Google con una decina di app, Alfredo a 21 anni ha scalato il Monte Fuji seguendo il detto "Chi scala il monte Fuji una volta nella vita è un uomo saggio, chi lo scala due volte è un pazzo". Tra le sue app troviamo un dizionario di giapponese, un database di spam e virus, il più completo database sui compleanni di serie Anime e Manga e un database sulle shitcoin. Miner della domenica, Alfredo ha una forte passione per le crypto ed è un fan di EOS.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.