Coinbase valuta il listing del token Gram di Telegram
Altcoin

Coinbase valuta il listing del token Gram di Telegram

By Emanuele Pagliari - 19 Set 2019

Chevron down

Pochi minuti fa il colosso Coinbase ha comunicato su Twitter di essere intenzionato a supportare nuovi token sulla propria piattaforma. Fra di essi, viene citato anche il token Gram della tanto attesa ICO di Telegram.

Fra le altre monete citate – 17 token in totale – dal comunicato stampa, troviamo anche Avalanche, Celo, Chia, Coda, Dfinity, Filecoin, Handshake, Kadena, Mobilecoin, NEAR, Nervos, Oasis, Orchid, Polkadot, Spacemesh ed infine Solana.

Tra tutti i token riportati, dunque, quello indubbiamente più interessante è sicuramente quello di Telegram, il cui debutto è atteso nel corso del mese di ottobre, quando verrà rilasciato il vero e proprio token Gram assieme al presunto wallet – chiamato Button – sulla Telegram Open Network (TON).

Coinbase valuta il listing di 17 nuovi token fra cui Gram di Telegram

Come riportato nel comunicato, l’obiettivo di Coinbase è di supportare ed integrare nella propria piattaforma tutti gli asset digitali che soddisfano determinati standard tecnici e burocratici, in modo da ampliare l’offerta ai propri clienti.

L’azienda infatti, vuole consentire ai propri utenti l’accesso ad almeno il 90% del marketcap totale del mondo crypto, integrando i token e le monete più interessanti, con maggiore capitalizzazione ma soprattutto conformi alle leggi attive negli USA.

Gli asset comunicati, dunque, saranno oggetto di uno studio da parte del team di Coinbase, che valuterà in seguito quali listare o meno sulla piattaforma. Non è dunque affatto scontato che tutti i token comunicati debutteranno su Coinbase.

Il listing su Coinbase del token Gram di Telegram per buona parte degli utenti potrebbe essere quasi scontato, ma occorrerà vedere se tale criptovaluta risulterà idonea o meno alle leggi e normative vigenti.

Telegram sta infatti pianificando di integrare il wallet per Gram all’interno dell’omonimo applicativo di messaggistica, così da raggiungere completamente il proprio bacino d’utenza, che ad oggi conta ben 300 milioni di utenti in tutto il mondo. Un pubblico così ampio potrebbe aprire importante opportunità di guadagno anche ad un exchange come Coinbase.

Niente Libra… per ora

Sicuramente la presenza del token Gram ha stupito buona parte dei membri delle crypto community, in quanto tale token non è ancora stato realmente annunciato e reso disponibile in via ufficiale sul mercato.

Tuttavia le tempistiche ormai dovrebbero essere piuttosto brevi, e l’interesse di Coinbase conferma ulteriormente che il debutto del token Gram di Telegram è più vicino di quanto si possa credere.

Stupisce anche la totale assenza del token Libra di Facebook, anche se i motivi potrebbero essere assai differenti. Innanzi tutto perché il debutto di Libra è previsto nel corso del 2020, in secondo luogo perché le normative legali e burocratiche di Libra potrebbero non essere ancora state completamente definite, motivo per cui potrebbe trattarsi solo di una questione di tempo.

Emanuele Pagliari
Emanuele Pagliari

Ingegnere delle telecomunicazioni appassionato di tecnologia. La sua avventura nel mondo del blogging è iniziata su GizChina.it nel 2014 per poi proseguire su LFFL.org e GizBlog.it. Emanuele è nel mondo delle criptovalute come miner dal 2013 ed ad oggi segue gli aspetti tecnici legati alla blockchain, crittografia e dApp, anche per applicazioni nell'ambito dell'Internet of Things

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.