Francia, 25.000 negozi accetteranno pagamenti in bitcoin
Bitcoin

Francia, 25.000 negozi accetteranno pagamenti in bitcoin

By Matteo Gatti - 24 Set 2019

Chevron down

A partire dal prossimo anno oltre 25.000 punti vendita in Francia accetteranno pagamenti in bitcoin. A dare la notizia è Le Figaro, uno dei più importanti quotidiani d’oltralpe. L’adozione è uno dei punti chiave per garantire il successo delle criptovalute. In Francia, grazie al lavoro congiunto di alcune compagnie di digital payment, è stato raggiunto questo risultato storico.

Pagamenti in bitcoin nei grandi negozi

East2PlayPayment e EasyWallet hanno annunciato una nuova partnership con Global POS con l’obiettivo di favorire l’adozione di bitcoin. L’annuncio è stato fatto a Parigi durante la Paris Retail Week. La criptovaluta sarà quindi utilizzabile in 30 nuovi franchise a partire dal primo trimestre del 2020. Compaiono nomi altisonanti come Boulanger, Foot Locker, Decathlon, Conforama, Maison du Monde, Intersport, Cultura, Norauto e Sephora.

Quando gli acquirenti completeranno un acquisto i bitcoin saranno immediatamente convertiti in modo trasparente in euro. Queste grosse catene quindi non avranno a che fare in modo diretto con i bitcoin nè dovranno gestirli ma metteranno a disposizione degli utenti questo nuovo mezzo di pagamento. Global POS ha battezzato l’avvento delle criptovalute come economia 3.0 e sta già pianificando di accettare altre crypto oltre a BTC in futuro.

“Se, inizialmente, il servizio che offriamo consentirà solo l’uso di bitcoin, il nostro obiettivo è quello di ampliare la nostra soluzione ad altre criptovalute in futuro”.

ad affermarlo è Stephane Djiane, CEO e fondatore di Global POS.

Per Grégory Hervein, co-fondatrice del marchio Moustaches (prodotti per cani e gatti), l’accettazione delle criptovalute è una vera sfida per i rivenditori. Secondo i sondaggi risalenti allo scorso anno riportati da Le Figaro circa il 3-6% dei cittadini francesi possiede criptovalute.

In caso di successo ci sarà una grande crescita dei pagamenti in crypto, per questo è fondamentale l’arrivo di soluzioni come Lightning Network che favoriscano una maggiore scalabilità.

Matteo Gatti
Matteo Gatti

Ingegnere informatico appassionato di tecnologia e di tutto ciò che vi ruota attorno. Segue con interesse il mondo delle criptovalute e lo sviluppo della tecnologia Blockchain. Scrive anche di Linux su LFFL.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.