Buterin interviene alla Devcon e parla del PoS su Ethereum
Criptovalute

Buterin interviene alla Devcon e parla del PoS su Ethereum

By Matteo Gatti - 9 Ott 2019

Chevron down

Ad Osaka, in Giappone, è in corso in questi giorni la Devcon 5. Durante un keynote è intervenuto il co-founder di Ethereum Vitalik Buterin il quale ha confermato che Ethereum potrà presto vantare di un meccanismo di consenso più sicuro rispetto a quello di Bitcoin, grazie al passaggio alla Proof of Stake (PoS).

“Satoshi con Bitcoin ha creato un qualcosa di eccezionale e ora abbiamo la possibilità di costruire grandi cose basandoci sul suo lavoro.”

Durante il suo intervento Buterin ha dichiarato che il network sarà più sicuro e attaccarlo molto più costoso.

PoS su Ethereum, parla Buterin

Nonostante servirà ancora qualche anno per completare il passaggio, Buterin ritiene che ne valga la pena.

La blockchain di Ethereum è sovraccarica: se una grossa organizzazione, un domani, intendesse costruire su Ethereum andrebbe a sovraccaricare ulteriormente la blockchain ad aumentare il costo delle transazioni.

Il network ormai è al limite e questo ne frena l’adozione su larga scala. Per migliorare questa situazione l’unica strada, secondo Buterin, è proprio la Proof of Stake.

Il problema attuale, secondo Buterin, è dato dal fatto che ogni computer deve verificare ogni transazione. Bisogna spostarsi verso un network in cui ogni computer verifica mediamente alcune transazioni, una piccola parte del totale. Questo andrebbe a sacrificare in piccola parte la sicurezza complessiva ma diminuirebbe i costi di un fattore 100.

Buterin ritiene che la scalabilità non sia l’unico problema: usabilità, Privacy e sicurezza degli account sono le sfide da vincere.

buterin devcon 5 osaka
Buterin durante la Devcon 5 ad Osaka

Grazie alla PoS il network viene gestito dai validatori che bloccano dei fondi attraverso lo staking. Maggiore è il quantitativo di ether bloccati e maggiore sarà il numero dei blocchi che possono essere creati.

Se qualcuno (detto challenger) dimostra che un validator ha approvato un blocco illegittimo i fondi di tale blocco vengono tolti al validator e dati al challenger. Questo meccanismo incentiva i validators a comportarsi nel modo corretto e gli altri a verificare che tutta la rete stia funzionando secondo le regole.

Questo meccanismo di consenso sarà alla base di Ethereum 2.0, la cui phase-zero è attesa per i primi mesi del 2o20. Buterin ritiene che Ethreum 1.0 sia stato un esperimento di successo che ha spianato la strada per ETH 2.

Lo sviluppo, come confermato da Buterin, procede lentamente anche perchè molti sviluppatori sono stati aggregati da poco al progetto.

Matteo Gatti
Matteo Gatti

Ingegnere informatico appassionato di tecnologia e di tutto ciò che vi ruota attorno. Segue con interesse il mondo delle criptovalute e lo sviluppo della tecnologia Blockchain. Scrive anche di Linux su LFFL.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.