SingularityNET annuncia lo spin-off Rejuve
Blockchain

SingularityNET annuncia lo spin-off Rejuve

By Matteo Gatti - 9 Ott 2019

Chevron down

SingularityNET durante la Gitex Technology Week, una delle più importanti fiere tech del mondo, attualmente in corso a Dubai, ha annunciato lo spin-off  “Rejuve“.

Goertzel, CEO di SingularityNET, aveva già introdotto Rejuve a Las Vegas lo scorso 4 ottobre durante il Raadfest longevity forum. Il CEO di questo spin-off sarà David Lake. Si tratta di una startup che utilizzerà IA e blockchain per favorire la ricerca medica, in particolare gli studi riguarderanno l’aumento della vita media della popolazione. Questa nuova startup farà capo a SingularityNET ma sarà completamente indipendente.

SingularityNET è una soluzione AI alimentata da un protocollo decentralizzato. L’obiettivo principale di SingularityNET è quello di mettere in comunicazione diversi algoritmi di IA e creare un marketplace per soluzioni avanzate che sfruttano l’intelligenza artificiale.

I fondatori di SingularityNET credono nell’open source e nel concetto di decentralizzazione. Recentemente l’azienda ha stretto una partnership con TODA per collaborare allo sviluppo di un’intelligenza artificiale decentralizzata.

Rejuve, lo spin-off di SingularityNET

Lo spin-off Rejuve ambisce a creare un ecosistema tokenizzato per favorire la ricerca di terapie AI-driven che provino ad allungare la vita delle persone.

L’idea alla base del progetto consiste nel lanciare un ecosistema basato sul token RJV. Chi intende aderire alla causa dovrà mettere a disposizione i propri dati clinici e informazioni sul proprio stile di vita per essere poi ricompensato con i token RJV.

I dati raccolti saranno analizzati usando i tool e gli algoritmi messi a disposizione da SingularityNET.

“Abbiamo lanciato Rejuve perché se davvero vogliamo usare l’IA per studiare l’invecchiamento non è sufficiente utilizzare i dataset messi a disposizione dagli ospedali: è un processo troppo lento. Vogliamo essere in grado di raccogliere i dati, usare l’IA e proporre terapie in modo autonomo per velocizzare le cose.”

Queste le parole del CEO di SingularityNET, Dr. Ben Goertzel.

Importanti le collaborazioni con Mozi AI Health e con il bio-informatico Michael Duncan già al lavoro per studiare le caratteristiche genetiche degli ultracentenari.

Rejuve, il primo prodotto è già pronto

Un primo prodotto concreto è ormai disponibile. Si tratta dell’app per smartphone Rejuve Smart Fasting app. Questa applicazione fornisce consigli e spiega alle persone come effettuare forme di digiuno temporanee che sono universalmente riconosciute come favorevoli per l’organismo.

Chi lo vorrà potrà caricare i propri dati genomici e altri dati medici nella piattaforma. I dati delle persone raccolti dall’app verranno dati in pasto all’intelligenza artificiale che potrà studiare nuovi pattern e capire quali tecniche di digiuno funzionano meglio per le persone.

L’app dovrebbe arrivare sia sul Play Store di Android che sull’app Store di Apple entro la fine di questa settimana.

Matteo Gatti
Matteo Gatti

Ingegnere informatico appassionato di tecnologia e di tutto ciò che vi ruota attorno. Segue con interesse il mondo delle criptovalute e lo sviluppo della tecnologia Blockchain. Scrive anche di Linux su LFFL.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.