Ardor: come avere un full node blockchain su Android
Blockchain

Ardor: come avere un full node blockchain su Android

By Alfredo de Candia - 22 Ott 2019

Chevron down

Pochi minuti fa Ardor ha comunicato di aver creato un modo per installare un full node blockchain su tutti i dispositivi Android.

Su Jelurida, Ardor ha pubblicato tutto il materiale – un file con varie cartelle – che potrà essere installato su ogni device Android seguendo una semplice guida preparata dal team.

Con questa applicazione chiunque può avere un full node ed aggiungersi a quelli attuali – poco meno di 200 – e quindi operare ed effettuare le transazioni.

La blockchain di Ardor nasce come BaaS (Blockchain as a Service) e permette di utilizzare la blockchain di NXT tramite le child chain, ossia blockchain più leggere delle principali, ma che è possibile personalizzare ed estendere rispetto a quelle principali: la child chain di Ardor è Ignis, che ha possiede anche un proprio token.

Per promuovere il lancio di questa iniziativa è stata indetta una campagna promozionale, operativa da oggi e che terminerà il 6 novembre. A tutti coloro che avvieranno il proprio nodo e manderanno delle foto come prova, sarà riconosciuto un bonus di 1440 IGNIS.

Il vantaggio di avere un full node su un dispositivo mobile è enorme, sia in termini economici, perché impiega meno risorse energetiche rispetto a un pc tradizionale, sia in termini di praticità perché un dispositivo delle dimensioni di uno smartphone è facilmente trasportabile.

Lo sa bene anche HTC che sta creando una nuova versione dello smartphone Exodus che contiene un full node già installato.

Infine, un full node portatile come quello di bitcoin rappresenta anche un sistema ottimo per i vari layer secondari, come potrebbe essere quello di Lightning Network (LN): in questo caso si potrebbe avere e creare un full node bitcoin ed un nodo dedicato di LN e quindi permettere transazioni veloci e totalmente decentralizzate.

 

Alfredo de Candia
Alfredo de Candia

Android developer da oltre 8 anni sul playstore di Google con una decina di app, Alfredo a 21 anni ha scalato il Monte Fuji seguendo il detto "Chi scala il monte Fuji una volta nella vita è un uomo saggio, chi lo scala due volte è un pazzo". Tra le sue app troviamo un dizionario di giapponese, un database di spam e virus, il più completo database sui compleanni di serie Anime e Manga e un database sulle shitcoin. Miner della domenica, Alfredo ha una forte passione per le crypto ed è un fan di EOS.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.