La maggior parte di bitcoin holders registrano ancora profitti
La maggior parte di bitcoin holders registrano ancora profitti
Blockchain

La maggior parte di bitcoin holders registrano ancora profitti

By Stefania Stimolo - 25 Ott 2019

Chevron down

Dopo il recente calo di prezzo del Bitcoin, e l’aumento di sentimenti ribassisti, un’analisi dimostra che ad oggi poco più del 59% dei bitcoin holders stanno raccogliendo ancora profitti.

La regina delle crypto ha visto un forte calo in una frazione di secondo questa settimana, cadendo di $ 500 in circa cinque minuti mercoledì e rimanendo a $ 7500 da allora.

Secondo un report, si stima però che la maggior parte degli indirizzi dei bitcoin holders abbiano acquistato bitcoin ad un prezzo medio di acquisto inferiore a $7.470, rimanendo ad oggi ancora nella zona green di guadagno

Nello specifico, sembra che i dati raccolti si basino su un’analisi accurata dei BTC in circolazione. Ecco come il report descrive la situazione: 

“Quasi il 40% di tutti i BTC in circolazione è stato acquistato ad un prezzo inferiore di $ 4.300, con 2,87 milioni di Bitcoin – quasi il 16% dell’offerta circolante – essendo stati acquistati tra $ 931 e $ 4,298.”

Ma se la maggior parte dei bitcoin holders è nella fase profitto, si stima invece che il 39% del resto sia in netta perdita. Sono coloro che hanno acquisto l’oro digitale ad un prezzo superiore di $10.000 e cioè al suo massimo storico.

Fatta questa premessa, l’analisi non giudica l’attuale prezzo come ribassista ma anzi, identifica il valore di $ 6,649 come nuovo benchmark da considerare.

Secondo la piattaforma, se il prezzo di BTC dovesse rimanere al di sopra della soglia di $6.649, allora la maggior parte dei bitcoin holders continuerà a rimanere in profitto e pertanto non si registrerebbero significative pressioni di vendita per liquidare i propri gioielli digitali. 

A tal proposito essendo una teoria, il report fa notare come segue:

“Certo, i mercati sui Bitcoin Futures potrebbero distorcere questa teoria. Si sospetta che le offerte di leva sui futures abbiano esasperato in modo drammatico le recenti diminuzioni dei prezzi – estendendo piccole ricadute attraverso livelli di key support in muri di vendita grandi ed inorganici mentre le posizioni dei traders vengono liquidate per le richieste di margine.”

La piattaforma di analisi non sembra essere l’unica a vedere il nuovo livello di key support più basso rispetto all’attuale. 

Proprio ieri, in un’intervista alla CNBC,  Mike Novogratz ha affermato:

“Spero che regga qui, ma 6500 dollari sarebbero il prossimo imprevisto da battere”.

Stefania Stimolo
Stefania Stimolo

Laureata in Marketing e Comunicazione, Stefania è un’esploratrice di opportunità innovative. Partendo come Sales Assistant per e-commerce, nel 2016 inizia ad appassionarsi al mondo digitale autonomamente, inizialmente in ambito Network Marketing dove conosce e si appassiona dell’ideale di Bitcoin e tecnologia Blockchain diventandone una divulgatrice come copywriter e traduttrice per progetti ICO e blog, ed organizzando corsi conoscitivi.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.