Le ICO in Svizzera vanno ancora forte
Blockchain

Le ICO in Svizzera vanno ancora forte

By Alfredo de Candia - 30 Ott 2019

Chevron down

Sappiamo tutti che ormai il rally della ICO (Initial Coin Offering) ha avuto il suo picco nel dicembre 2017 e adesso, invece, stanno a poco alla volta diminuendo, sostituite in alcuni casi dalle recenti IEO (Initial Exchange Offering) o dalle STO.

Ma sarà davvero così? Possibile che l’hype si sia infranto e che in questi anni non ci siano stati progetti che abbiano adottato con successo questo strumento di raccolta fondi?

Un esempio degli ultimi giorni è K-Tune, lanciata su Eidoo, che in pochi minuti ha raccolto già il 25% del proprio goal.

Annunciata pochi giorni fa e aperta proprio oggi, la ICO ha già guadagnato oltre mezzo milione di dollari.

Le ICO nel mondo

In generale, comunque, il numero di progetti si è ridotto e si tratta di un riduzione evidente dei progetti lanciati, che sono 3 volte inferiori rispetto ad un anno fa.

Se ci spostiamo a vedere i Paesi per numero di ICO lanciate, possiamo notare una netta supremazia americana; segue Singapore con 577 ICO ed al terzo posto l’Inghilterra con poco meno di 500 ICO.

Per quanto concerne le piattaforme utilizzate dalle ICO, vediamo che il 90% si è affidato alla piattaforma di Ethereum (ETH) che, con i suoi 4882 progetti, è quella che sbaraglia la concorrenza; Waves segue al secondo posto e Stellar al terzo posto.

Se parliamo in termini economici, vediamo che in questo settore bisogna ragionare con cifre a 9 zeri dato che solo in America si sono superati i $ 7 miliardi.

La Svizzera si piazza in classifica al 4° posto con poco meno di $ 2 miliardi raccolti con le ICO. Ed è quindi doveroso ricordare che proprio in Svizzera troviamo proprio la piattaforma di Eidoo, nello specifico Eidoo crowd, che permette di lanciare una ICO in completa semplicità, tramite app, rendendo il processo facile. Non a caso l’ultimo progetto, K-Tune, con la sua ICO iniziata oggi, ha già raccolto oltre 3000 ETH.

 

 

Alfredo de Candia
Alfredo de Candia

Android developer da oltre 8 anni sul playstore di Google con una decina di app, Alfredo a 21 anni ha scalato il Monte Fuji seguendo il detto "Chi scala il monte Fuji una volta nella vita è un uomo saggio, chi lo scala due volte è un pazzo". Tra le sue app troviamo un dizionario di giapponese, un database di spam e virus, il più completo database sui compleanni di serie Anime e Manga e un database sulle shitcoin. Miner della domenica, Alfredo ha una forte passione per le crypto ed è un fan di EOS.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.