DXExchange: un altro exchange chiude
DXExchange: un altro exchange chiude
Criptovalute

DXExchange: un altro exchange chiude

By Alfredo de Candia - 4 Nov 2019

Chevron down

Ieri è stata pubblicata la notizia secondo la quale l’exchange DXExchange chiude temporaneamente; il team sta valutando la fusione o la vendita della compagnia.

Come leggiamo nel comunicato, il motivo per cui DXExchange chiude è dovuto a motivi economici legati alle spese per la sicurezza, il supporto e la tecnologia necessaria per mantenere al sicuro tutto l’ecosistema.

“The costs of providing the required level of security, support and technology is not economically feasible on our own”.

Infatti, per mantenere un certo livello di sicurezza, un exchange centralizzato deve far fronte a molti possibili attacchi interni ed esterni nonché ad eventuali bug della piattaforma e fornire anche un supporto adeguato agli utenti dato che, nel caso in cui venisse attaccata la piattaforma e sottratti i fondi, questi devono essere protetti da qualche tipo di assicurazione.

DXExchange ha quindi preso la decisione di risolvere il problema economico o tramite una fusione oppure tramite la vendita di tutta la compagnia, che comprende anche i dati degli utenti. Considerando che non è una procedura veloce, allora ha preferito chiudere temporaneamente, invitando gli utenti a prelevare i fondi.

E così, a partire da ieri, non è più possibile depositare o fare operazioni di trading; tutti gli ordini aperti sono stati cancellati e tutti gli SLT sono stati liquidati con l’ultimo prezzo ed accreditati ai relativi account degli utenti. Per effettuare i prelievi la procedura si complica dato che è necessario mandare una e-mail a [email protected] che contenga le relative informazioni:

  • Copia del documento che è stato utilizzato per aprire l’account;
  • Tutti gli indirizzi delle relative crypto che si ha intenzione di prelevare;
  • Il totale da prelevare per ogni wallet;
  • Un selfie con la data 03/11/2019 e la scritta DX Exchange;

I prelievi andranno liquidati il più presto possibile: tutte le richieste dovranno pervenire entro il 15 novembre 2019.

 

Alfredo de Candia
Alfredo de Candia

Android developer da oltre 8 anni sul playstore di Google con una decina di app, Alfredo a 21 anni ha scalato il Monte Fuji seguendo il detto "Chi scala il monte Fuji una volta nella vita è un uomo saggio, chi lo scala due volte è un pazzo". Tra le sue app troviamo un dizionario di giapponese, un database di spam e virus, il più completo database sui compleanni di serie Anime e Manga e un database sulle shitcoin. Miner della domenica, Alfredo ha una forte passione per le crypto ed è un fan di EOS.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.