Chainalysis Kryptos, per identificare i rischi delle crypto
Criptovalute

Chainalysis Kryptos, per identificare i rischi delle crypto

By Alfredo de Candia - 12 Nov 2019

Chevron down

Chainalysis ha annunciato la presentazione di Kryptos, uno strumento pensato per soggetti istituzionali che permette l’identificazione di rischi od opportunità legate alle crypto.

Partiamo dicendo che in questo mondo è difficile orientarsi se non si hanno punti di riferimento. Giudicare se un servizio o un progetto sia valido o meno, potrebbe comportare la perdita di capitali e tempo non indifferente per l’utente, e quindi uno strumento come Kryptos potrebbe certamente indirizzare i soggetti a capire su cosa puntare.

Chainalysis Kryptos fornisce uno standard ai principali player che vorranno analizzare le opportunità e i rischi delle diverse crypto, permettendo di identificare attività sospette riguardo un asset o un exchange.

Kryptos fornirà una visione annuale dei maggiori exchange, per volumi, insieme ai dati relativi al paese dove operano, le crypto che hanno listato, l’utilizzo di procedure KYC, fornendo ai clienti una piattaforma per decidere se fare una partnership per i propri clienti.

Tutti i dati della piattaforma potranno essere esportati in un comodo file CSV così è possibile integrarli ed aggiungere altre informazioni per avere un quadro completo e dettagliato con i dati relativi agli istituzionali e preparare un piano per fornire asset ai propri clienti. 

Come ha affermato il co-fondatore di Chainalysis, Michael Gronager:

“Abbiamo percepito per anni l’entusiasmo delle istituzioni finanziarie per le criptovalute e ora ci stiamo concentrando sull’abbattimento delle barriere all’ingresso. Le istituzioni finanziarie possono finalmente godere della trasparenza di cui hanno bisogno per adempiere alle loro responsabilità di conformità, soddisfare la domanda dei clienti e cogliere le opportunità di mercato in cui già credono”.

Il servizio è già in beta ed è accessibile per testarlo. Entrerà in vigore agli inizi dell’anno nuovo, quindi si potranno vedere tutti i dettagli dell’anno in corso o comunque degli ultimi 12 mesi e poi le eventuali aziende istituzionali potranno decidere con una maggiore chiarezza cosa prendere in considerazione a livello di asset e da quali strutture ed exchange recuperare tutto.

Alfredo de Candia
Alfredo de Candia

Android developer da oltre 8 anni sul playstore di Google con una decina di app, Alfredo a 21 anni ha scalato il Monte Fuji seguendo il detto "Chi scala il monte Fuji una volta nella vita è un uomo saggio, chi lo scala due volte è un pazzo". Tra le sue app troviamo un dizionario di giapponese, un database di spam e virus, il più completo database sui compleanni di serie Anime e Manga e un database sulle shitcoin. Miner della domenica, Alfredo ha una forte passione per le crypto ed è un fan di EOS.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.