Bitcoin il vero unicorno del decennio: batte Uber, Airbnb e Snapchat
Bitcoin il vero unicorno del decennio: batte Uber, Airbnb e Snapchat
Bitcoin

Bitcoin il vero unicorno del decennio: batte Uber, Airbnb e Snapchat

By Alfredo de Candia - 5 Dic 2019

Chevron down

Con un tweet Balaji S. Srinivasan, ex CTO di Coinbase, ha fatto notare come il più grande unicorno degli anni 2010 è stato Bitcoin e non Uber, Airbnb o Snapchat:

 Il riferimento fatto agli unicorni riguarda il loro mercato di capitalizzazione, infatti quando una società raggiunge la cifra del miliardo di dollari, allora viene soprannominata unicorno, differenziandosi così dalle altre compagnie.

 Infatti se paragoniamo i dati, vediamo che Uber ha un market cap di $ 49 miliardi, mentre Snapchat arriva a $ 21 miliardi, e Airbnb si aggirerebbe intorno ai $ 35 miliardi. Anche se combinati non arriverebbero a competere con la capitalizzazione attuale del bitcoin che supera i $ 130 miliardi.

Questo è dato dal fatto che nonostante siano passati ormai 10 anni dal suo lancio, vediamo che ancora rappresenta un asset di tutto rispetto e che dalle origini, per coloro che avevano recuperato qualche bitcoin, si è sempre mostrato positivo nel tempo, nonostante la sua oscillazione tra massimi e minimi, dovuti a diversi fattori.

Il bitcoin ha resistito anche a diversi attacchi che ha subito in questi anni, per non parlare dei vari fork, più o meno riusciti, che hanno creato delle altre blockchain con l’intento di scalzare la prima posizione occupata da un decennio dalla stessa crypto.

Anche la sua funzione nel tempo ha iniziato a cambiare, visto che era stata concepita come metodo di pagamento p2p e boardless e senza che ci fosse un terzo che facesse da garante, mentre oggi è più visto come una riserva di valore (store of value) andando a sostituire i beni fisici, come gli immobili, ed anche lo stesso oro, riversa di valore per eccellenza.

Bitcoin è destinato ad evolversi ancora così come ha fatto nei suoi 10 anni di vita. Pensiamo a quanto fatto con Lightning Network per sopperire alla lentezza della rete per le transazioni veloci che richiede un’economia circolare.

Alfredo de Candia
Alfredo de Candia

Android developer da oltre 8 anni sul playstore di Google con una decina di app, Alfredo a 21 anni ha scalato il Monte Fuji seguendo il detto "Chi scala il monte Fuji una volta nella vita è un uomo saggio, chi lo scala due volte è un pazzo". Tra le sue app troviamo un dizionario di giapponese, un database di spam e virus, il più completo database sui compleanni di serie Anime e Manga e un database sulle shitcoin. Miner della domenica, Alfredo ha una forte passione per le crypto ed è un fan di EOS.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.