banner
Microsoft in partnership con Enjin per dei nuovi NTF
Microsoft in partnership con Enjin per dei nuovi NTF
Blockchain

Microsoft in partnership con Enjin per dei nuovi NTF

By Marco Cavicchioli - 5 Dic 2019

Chevron down

Microsoft, in partnership con Enjin, ha lanciato l’iniziativa Azure Heroes

Si tratta di un programma di riconoscimento per premiare chi ha avuto un impatto significativo nella comunità tecnica di Azure con oggetti da collezione digitali. 

Infatti, grazie alla partnership con Enjin, sono stati creati dei badge originali ed unici di Azure Heroes, convertiti in asset digitali sulla blockchain pubblica di Ethereum. 

Si tratta di oggetti da collezione digitali sotto forma di token non fungibili (NFT) che utilizzano la blockchain di Ethereum per l’emissione e per le transazioni. 

Ogni stagione verranno coniati nuovi badge unici, in quantità verificabilmente limitate e registrati sulla blockchain pubblica, per poi essere distribuiti alle persone più meritevoli. 

Inoltre, alcuni badge sono più difficili da guadagnare rispetto ad altri, mentre tutti hanno un proprio hash di transazione unico e richiedono un wallet blockchain per essere conservati in modo sicuro. 

La distribuzione avviene tramite un codice QR, che consente agli assegnatari di riceverlo sul proprio wallet personale. Una volta ricevuto, il NFT può essere inviato a qualsiasi indirizzo pubblico di Ethereum, oppure eventualmente anche distrutto. 

Azure Heroes premierà in questo modo chi si è distinto per per atti verificabili di impatto su Azure, come coaching, creazione di demo, creazione di codice di esempio, blog o completamento di alcune sfide. 

È possibile autocandidarsi come Azure Heroes, oppure candidare qualcun altro. Tra tutti i candidati verranno selezionati quelli che riceveranno uno dei badge emessi. 

Questa notizia oggi ha fatto schizzare il prezzo dei token ENJ di oltre il 60%, passando da 0,06 $ a quasi 0,10, sebbene a marzo avessero addirittura superato quota 0,20 $. 

Il coinvolgimento di Microsoft nel settore crypto è sempre più ampio, e non si limita a cercare di replicare in house le tecnologie che ne stanno alla base. 

L’utilizzo della rete Ethereum infatti rende evidente come l’azienda, grazie a partnership tecniche come quella con Enjin, abbia deciso apertamente di usare tecnologie decentralizzate, e non proprietarie.

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

Classe 1975, Marco è un docente di web-technologies e divulgatore online specializzato in criptovalute. Ha fondato ilBitcoin.news, ed il suo canale YouTube ha più di 25mila iscritti.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.