banner
I Millennials si fidano più di Bitcoin che di Netflix
I Millennials si fidano più di Bitcoin che di Netflix
Blockchain

I Millennials si fidano più di Bitcoin che di Netflix

By Stefania Stimolo - 6 Dic 2019

Chevron down

Recenti studi mostrano come la generazione dei Millennials si fidi sempre di più del mondo crypto, tanto da risultare più popolare possedere bitcoin rispetto ad azioni di colossi mondiali come Netflix. 

Nello specifico, si tratta di un sondaggio condotto dalla Charles SCHWAB che ha pubblicato un elenco delle top 10 Equity Holdings (partecipazione azionaria) in base alla percentuale di azioni degli asset detenute tra le diverse fasce generazionali. 

Il risultato sembra essere, dunque, che per i Millennials, dopo Amazon, Apple, Tesla e Facebook ci sia la Greyscale Bitcoin Trust (GBTC) che altro non è che una società di fondi d’investimento che offre agli investitori in bitcoin un modo per investire nella crypto attraverso veicoli di investimento più tradizionali. 

Greyscale Bitcoin Trust si aggiudica quindi il quinto posto in classifica tra le partecipazione azionaria superando per i Millennials i colossi globali come il gigante dei film Netflix e Disney. 

Ma la Equity Holdings non è l’unico scenario in cui prevale una preferenza crypto rispetto alle aziende tradizionali e globali. 

Già a inizio 2019, la piattaforma di social trading di eToro US, ad esempio, aveva confermato attraverso un proprio sondaggio che gli investitori più giovani si sentono sempre più a loro agio con la criptovaluta come potenziale classe di investimento.

L’opposto invece è risultato per gli intervistati della Generazione X che preferiscono ancora affidarsi alle stock exchange tradizionali. 

Dalle interviste emerge anche che i Millennials entusiasti e disposti ad andare oltre alle minacce di hack, truffe e volatilità di prezzo del mondo crypto sono peró ancora legati alle istituzioni finanziarie tradizionali. 

Dunque, anche se con tutti i rischi associati al mondo crypto, i Millennials continuano a possedere bitcoin e altcoin. 

Non solo, secondo un altro studio di Edelman, il 25% dei ricchi millennials (chiunque abbia un’età compresa tra i 24 e i 38 anni e abbia almeno $ 50.000 in attività investibili o $ 100.000 in reddito individuale o congiunto) utilizza o detiene criptovaluta. Inoltre, il 31% dei millennial ha espresso interesse nel possedere criptovaluta

Stefania Stimolo
Stefania Stimolo

Laureata in Marketing e Comunicazione, Stefania è un’esploratrice di opportunità innovative. Partendo come Sales Assistant per e-commerce, nel 2016 inizia ad appassionarsi al mondo digitale autonomamente, inizialmente in ambito Network Marketing dove conosce e si appassiona dell’ideale di Bitcoin e tecnologia Blockchain diventandone una divulgatrice come copywriter e traduttrice per progetti ICO e blog, ed organizzando corsi conoscitivi.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.