Report: le performance di DeversiFi a novembre
Report: le performance di DeversiFi a novembre
Blockchain

Report: le performance di DeversiFi a novembre

By Alfredo de Candia - 10 Dic 2019

Chevron down

Pochi minuti fa è stato pubblicato il report del mese di novembre per quanto riguarda le performance della piattaforma DeversiFi, compreso sviluppi, novità dell’ecosistema e KPI (Key Performance Indicator).

Come leggiamo dal report, l’obiettivo primario di DeversiFi è lo sviluppo anche perché il team vuole rilanciare la piattaforma verso febbraio/marzo dell’anno prossimo: solo un paio di mesi fa la piattaforma si era separata da Bitfinex per operare con più libertà ed espandere le visione di decentralizzazione.

L’incremento di sviluppo del progetto lo si può vedere anche dal numero di commit su GitHub, attraverso i quali si può anche capire che il tram sta sperimentando nuove vie per attrarre gli utenti alla piattaforma, anche grazie ad una sfida per testare il PoC (Proof of Concept) della ZK identity verification, che sarà implementata proprio all’interno di DeversiFi. 

A questa gara hanno partecipato 426 persone, di cui 78 nuovi utenti che hanno riscattato i premi sotto forma di NEC token, diventando di fatto dei NEC holder.

Negli ultimi mesi DeversiFi si è dedicato anche a sistemare l’interfaccia della piattaforma, aggiornare le varie API e a risolvere problemi legati alla sicurezza, per non parlare anche dell’aspetto del trading per cui hanno integrato il margin su BZX pTokens, permettendo in questo modo ai trader di completare un ordine contro un book order pre-popolato di token.

Nelle prossime settimane verrà lanciato il più grande DAO (Decentralized Autonomous Organizations), ossia necDAO, che è stato costruito insieme a DAOStack e permetterà ai primi adopter di reclamare la loro parte di Reputazione (una valuta nativa e non trasferibile che è usata per votare sulle proposte) tramite un airdrop.

Altro aspetto interessante è quello dell’utilizzo del layer StarkWare, una soluzione scalabile di ZK che permette transazioni sulla blockchain di Ethereum, incrementando il throughput e la privacy senza compromettere la sicurezza, dato che è tutto sulla blockchain principale invece che su side chain.

Questi sono alcuni degli elementi segnalati al report di novembre di questo exchange non-custodial che andrà a pieno regime nei prossimi mesi, permettendo fee competitive con anche un programma di buyback dei token NEC.

 

Alfredo de Candia
Alfredo de Candia

Android developer da oltre 8 anni sul playstore di Google con una decina di app, Alfredo a 21 anni ha scalato il Monte Fuji seguendo il detto "Chi scala il monte Fuji una volta nella vita è un uomo saggio, chi lo scala due volte è un pazzo". Tra le sue app troviamo un dizionario di giapponese, un database di spam e virus, il più completo database sui compleanni di serie Anime e Manga e un database sulle shitcoin. Miner della domenica, Alfredo ha una forte passione per le crypto ed è un fan di EOS.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.