La debolezza del mercato crypto continua
La debolezza del mercato crypto continua
Trading

La debolezza del mercato crypto continua

By Federico Izzi - 11 Dic 2019

Chevron down

Quinta giornata di debolezza consecutiva che fa emergere ancora la fragilità di tutto il settore crypto, dove sono pochi i segni rialzisti che si distinguono. Oltre la metà delle criptovalute è in territorio negativo.

Fonte: COIN360.com

Tra le big, le incertezze attanagliano Bitcoin ed Ethereum che rimangono i driver del mercato. 

Torna a farsi notare Tezos (XTZ), che sale del 6% riprovando a spingersi oltre il prezzo di 1,5 dollari, livello di resistenza che dallo scorso maggio contiene gli spunti rialzisti. Meglio di Tezos oggi fa Enjin Coin (ENJ), che guadagna il 12%. 

Lo scettro della migliore di giornata è Mindol (MIN) che, con un ennesimo e stellare rialzo di +34%, si porta ad un passo dallo scalzare la 20° posizione a IOTA, che per capitalizzazione si trova a meno di 50 milioni di dollari di differenza. Su base settimanale, Mindol guadagna il 90% da livelli di mercoledì scorso, nonostante la forte volatilità che la sta caratterizzando in questi ultimi giorni. 

La debolezza del mercato crypto si riflette nei bassi volumi che nelle ultime 24 ore continuano a rimanere sotto i 50 miliardi di dollari. Questa noiosa debolezza riporta il market cap sotto i 197 miliardi di dollari. 

La dominance di Bitcoin perde piccole frazioni di decimali rimanendo sotto il 67%. La debolezza continua ad essere presente anche su Ethereum che torna sotto l’8%, mentre erode piccole frazioni di mercato Ripple che si spinge sopra il 4,9% di dominance.

Grafico Bitcoin by Tradingview

Bitcoin: la debolezza di BTC

Bitcoin, con il movimento ribassista di oggi, riporta i prezzi a testare i minimi di inizio dicembre, a 7.100 dollari, livello che se dovesse essere violato nelle prossime ore o giorni andrebbe ad aumentare la pressione ribassista che metterebbe in seria crisi anche la trendline rialzista che sorregge il movimento rialzista dai minimi dello scorso dicembre 2018. 

Per Bitcoin è necessario spingersi il prima possibile sopra i 7.600 dollari, per spazzare le difficoltà.

Grafico Ethereum by Tradingview

Ethereum (ETH)

Il movimento di Ethereum al ribasso di oggi spinge i prezzi a segnare i minimi di dicembre in area 142 dollari. 

Un ulteriore movimento ribassista sotto i 140 dollari farebbe scricchiolare la struttura iniziata con il minimo del 25 novembre e che al momento dà l’indicazione della tendenza che rimane impostata al ribasso in ottica di breve e lungo periodo.

Federico Izzi
Federico Izzi

Analista finanziario e trader indipendente – Socio S.I.A.T. & Assob.it. Opera attivamente sui mercati azionari e dei derivati (futures ed opzioni) dal 1997. Precursore dell’analisi ciclica-volumetrica è noto per aver individuato i più importanti movimenti al rialzo ed al ribasso sui mercati finanziari degli ultimi anni. Partecipa annualmente come relatore all’ ITForum di Rimini dall’edizione del 2010 ed InvestingRoma e Napoli dalla prima edizione del 2015. Interviene come ospite ed esperto dei mercati durante le trasmissioni “Trading Room” e “Market Driver” di Class CNBC, Borsa Diretta.tv e nel TG serale di Traderlink. Da luglio 2017 è ospite fisso su LeFonti.TV nell’unico spazio nazionale settimanale dedicato alle criptovalute insieme ai più importanti esperti internazionali del settore. Periodicamente pubblica articoli su ITForum News, Sole24Ore, TrendOnLine, Wall Street Italia. E’ stato intervistato in qualità di esperto di criptovalute per: Forbes Italia, Panorama, StartupItalia, DonnaModerna. E’ stato riconosciuto come primo analista tecnico italiano ad aver pubblicato la prima analisi ciclica secolare sul Bitcoin. Federico Izzi è… Zio Romolo

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.