banner
Stellar & Keybase: quando un airdrop fallisce
Stellar & Keybase: quando un airdrop fallisce
Altcoin

Stellar & Keybase: quando un airdrop fallisce

By Alfredo de Candia - 12 Dic 2019

Chevron down

Stellar e Keybase dicono addio al progetto di airdrop da 2 miliardi di XLM. Le crypto dovevano essere distribuite tra gli utenti di Keybase, ma sono stati troppi gli account fake creati solo per ricevere gratis questo airdrop così le due aziende hanno deciso di mettere uno stop alla distribuzione.

L’airdrop era partito ad ottobre e permetteva di guadagnare fino a $ 500 di XLM.

Purtroppo, come comunicato di recente, l’airdrop previsto per il 15 dicembre sarà l’ultimo perché la piattaforma ha ricevuto troppe richieste di accesso, da account fake soprattutto, e questo ha impedito di capire chi fossero utenti veri e quelli falsi.

“Anche se questo giveaway ha in gran parte funzionato, è chiaro che ci saranno rendimenti decrescenti e che sarà necessario uno sforzo maggiore. Perché? A partire dall’ultima settimana circa, stavano cominciando a comparire moltissime persone fittizie, ben oltre le capacità di filtraggio di Keybase o SDF. Non è nell’interesse della rete Stellar compensare queste persone; non è nemmeno nell’interesse di Keybase averle come utenti di Keybase”, spiega il comunicato stampa ufficiale divulgato qualche ora fa.

Un altro airdrop per Stellar?

 Quindi, dei 2 miliardi di XLM previsti in totale per questo airdrop, solo 300 milioni sono stati distribuiti: l’ultima tranche di questi 300 milioni verrà distribuita proprio il prossimo 15 dicembre, ma già da ora la registrazione alla piattaforma di Keybase per questo airdrop è chiusa.

Ovviamente rimane aperta la questione dei restanti 1,7 miliardi di XLM che la fondazione di Stellar aveva messo a disposizione: non si sa ancora come verranno spesi, probabilmente in altre operazioni di marketing o altri airdrop con partner diversi.

In passato, precisamente nel giugno 2017, Stellar aveva fatto anche un altro airdrop, con più successo, regalano oltre 16 miliardi di XLM a tutti i detentori di BTC.

Alfredo de Candia
Alfredo de Candia

Android developer da oltre 8 anni sul playstore di Google con una decina di app, Alfredo a 21 anni ha scalato il Monte Fuji seguendo il detto "Chi scala il monte Fuji una volta nella vita è un uomo saggio, chi lo scala due volte è un pazzo". Tra le sue app troviamo un dizionario di giapponese, un database di spam e virus, il più completo database sui compleanni di serie Anime e Manga e un database sulle shitcoin. Miner della domenica, Alfredo ha una forte passione per le crypto ed è un fan di EOS.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.