banner
Bitcoin: l’analisi del prezzo nel 2019
Bitcoin: l’analisi del prezzo nel 2019
Bitcoin

Bitcoin: l’analisi del prezzo nel 2019

By Andrew Bit - 21 Dic 2019

Chevron down

Guest post dello Youtuber italiano Andrew Bit che ci farà la sua analisi di Bitcoin nel 2019, spiegando anche cosa ci si potrebbe aspettare per il nuovo anno.

Il 2019 è stato un anno incredibile per bitcoin.

Dopo essere approdato in zona 3000$ durante gli ultimi mesi del 2018, i primi mesi dell’anno sono serviti da catalizzatore per la bullrun che lo ha portato ad un massimo di 13.831$. 

Attualmente in area 7000$, il 25 novembre il prezzo ha disegnato uno swing low importante andando a toccare lo storico supporto dei 6500 senza penetrarlo. 

 

La timida reazione del prezzo ha fatto sì che questo si fermasse a ridosso dei 7800$ senza permettere un recupero degli 8.000$ importante area di pivot per il bitcoin.

 

Nelle ultime ore un preannunciato double bottom (area 6500/6400$) ha permesso al prezzo di (quasi) ritestare i 7.500 senza però riuscire a riconquistarli segno che i bears sono ancora in controllo.

Ma i bulls sono davvero fuori gioco? 

Proprio i 7.500$ (con chiusura al di sopra della resistenza su timeframe giornaliera) rappresentano l’ancora di salvezza per riaprire una partita che ad oggi sembra indubbiamente favorire i bears. Ed il nocciolo della questione è proprio questo.

Il problema è solo gestire al meglio il breve e medio termine dove il prezzo potrebbe subire alcuni scossoni più o meno pronunciati.

Quindi che area osservare per un’eventuale entry di lungo termine?  

Gli occhi di tutti (traders e investitori) sono sulla 200W MA (media mobile dei 200 periodi su arco temporale settimanale) attualmente a ridosso dei 5.000$, dove troviamo anche il supporto dal quale si è originato il secondo impulso durante la bullrun estiva. 

Da notare come nella sua intera storia bitcoin non abbia mai chiuso al di sotto di questa media mobile che ha sempre rappresentato un muro invalicabile per gli Orsi.

 

Anche se al momento siamo apparentemente lontani, il target resta in linea e solo in caso di contatto sapremo se la storia si ripeterà o meno. 

Bitcoin ci ha sempre stupito con le sue mosse inaspettate e anche questa volta non seguirà la strada che tutti si aspettano.

In questo scenario le altcoin non mostrano importanti segni di ripresa (salvo alcune rare eccezioni come Tezos). 

Ethereum che da sempre ha guidato la testa dell’altseason fatica ad out-performare bitcoin mostrando invece una matrice di correlazione sempre più elevata (>90%), fattore che al momento accentua un potenziale scenario bearish anche per la regina delle altcoin.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.