Ethereum 2020: non solo DeFi
Ethereum 2020: non solo DeFi
Defi

Ethereum 2020: non solo DeFi

By Lorenzo Dalvit - 6 Gen 2020

Chevron down

Ethereum in questo 2020 appena iniziato, potrà vivere un periodo di forte espansione sul fronte degli sviluppi, grazie ad alcune innovazioni, come per esempio la DeFi. 

Se da un lato Ethereum 2.0 è al centro del dibattito e rimane il campo dove molti concentrano l’attenzione, dall’altra abbiamo uno sviluppo concreta e pragmatico nel portare la versione 1.0 ad un livello capace di sopportare la forte domanda di transazioni a basso costo, qui ed ora

Tutto questo è spinto con forza dai settori trainanti di questa industria:

  • Transazioni monetarie (ETH + USDT & co + Token);
  • Defi – Decentralized finance (Stablecoin + Lending platform);
  • Gaming ( collectable + token);
  • Exchange decentralizzati (Dex);
  • Decentralized Applications (Dapp).

Non vi è dubbio che l’enfasi e le aspettative di successo risiedono nel settore della finanza e nel gaming, industrie colossali di cui l’innovazione di questa tech è fondamentale.

Ma dietro a tutto questo, in sordina, c’è un altro movimento che nel 2020 potrebbe dare il meglio di sè e dimostrare le capacità dirompenti di una piattaforma distribuita come Ethereum.

Le DAO

Il concetto di “Decentralized Autonomous Organization” è entrato nelle menti delle persone nel 2013 con l’uscita del whitepaper di Vitalik Buterin. Le possibilità messe in gioco dai contratti intelligenti lanciati sulla Ethereum virtual machine, hanno portato l’immaginazione umana a concepire un sistema organizzativo capace di operare con alti livelli di autonomia. 

L’immutabilità e la certezza del voto unite alla capacità di finanziamento decentralizzato delle attività, hanno creato le prime sperimentazioni. Le proposte interne alle DAO venivano finanziate e votate dagli stakeholders (gli aventi diritto detentori dei token emessi dal sistema) in modalità del tutto nuove, senza un’autorità centrale, senza intermediazione, con un modello di governo previsto dal codice e uguale per tutti.

  • Backfeed
  • Colony
  • Wings

Queste prime sperimentazioni furono abbastanza ingenue e premature, ma lasciarono spazio alla più dibattuta e contestata The DAO.

Ancora oggi entro le dieci più grandi raccolte fondi della storia, The Dao raccolse più di 150.000.000 di $ e portò all’hard-fork contenzioso di Ethereum ed Ethereum Classic. La causa fu un baco nel codice dello smart contract che permise a un utente di sfruttare a suo vantaggio l’errore di programmazione sottraendo al contratto migliaia di Ethereum.

Una grande lezione è stata impartita in quei giorni a tutti coloro che erano interessati alla blockchain e alle criptovalute, il famoso detto “code is law” (il codice è legge) ha subito il primo grande attacco. 

Il registro immutabile è stato “mutato” dalla volontà umana che, attraverso le dinamiche di consenso (hard-fork), ha portato la lancetta del tempo indietro fino al momento in cui l’errore del codice è stato sfruttato restituendo il maltolto. Su questo tema sono stati versati fiumi di inchiostro digitale con opinioni che ancor oggi dividono la comunità.

Ethereum 2020: DeFi e non solo

Negli ultimi anni però non ci si è fermati, e nuovi progetti più evoluti hanno visto la luce:

  • Aragon 
  • DAOstack
  • MakerDAO

Se Aragon permette di gestire un’organizzazione, un’azienda o una comunità con semplicità e senza doversi preoccupare di confini nazionali o intermediari, DAOstack permette di far emergere una mozione/proposta prima del voto grazie al concetto di “Holographic consensus”. 

MakerDAO invece ha dato vita alla stablecoin DAI che sta cambiando il volto della finanza decentralizzata. All’interno della sua DAO vengono prese le decisioni più importanti legate all’evoluzione del progetto.

Se pensiamo a quanto è stato fatto e alla velocità con cui si sta evolvendo l’ecosistema, nessuno ci vieta di pensare che oltre alle DeFi nel 2020 vedremo la nascita di nuove piattaforme e progetti che più si avvicineranno ai problemi concreti della società in cui viviamo. 

Il modello con cui viene distribuito il potere potrebbe cambiare grazie a questa tecnologia. Nuovi sistemi di governo rivoluzioneranno il nostro modo di agire come comunità globale. 

In risposta ad una globalizzazione che ha creato colossi centralizzati come Facebook e Google abbiamo nuove soluzioni da mettere in campo al fine di distribuire il potere con dinamiche “bottom up” , dal basso verso l’alto.

Guarda qui il video di approfondimento realizzato da Tiziano Tridico:

Avatar
Lorenzo Dalvit

Educatore appassionato di Blockchain, esperto di vendite e marketing, social community manager, direttore artistico, musicista, amante dei paradigmi dirompenti e della vita. Le mie competenze riguardano l'interazione e la connessione umana

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.