Programmatore di Morgan Stanley nasconde 2,1 bitcoin in un puzzle
Programmatore di Morgan Stanley nasconde 2,1 bitcoin in un puzzle
Bitcoin

Programmatore di Morgan Stanley nasconde 2,1 bitcoin in un puzzle

By Marco Cavicchioli - 16 Gen 2020

Chevron down
Ascolta qui
download

L’exchange Phemex, fondato da 8 ex programmatori Morgan Stanley, ha annunciato il nuovo puzzle bitcoin in cui sono stati nascosti 2,1 BTC, pari a circa 18.000 dollari.  

Nel file SatoshiPuzzle.png, che apparentemente mostra un ritratto di Satoshi generato dal computer, si nasconde infatti una chiave privata di un indirizzo bitcoin su cui sono stati depositati 1,1 BTC. 

Per decifrare il codice i partecipanti dovranno usare una combinazione di algoritmi, matematica e crittografia ed una volta trovata la chiave privata potranno utilizzarla per trasferire i bitcoin su un proprio indirizzo. 

Il restante 1 BTC verrà depositato sul conto Phemex dell’utente, dopo che questo avrà dimostrato di essere in possesso della chiave privata.

Il co-fondatore di Phemex, Max Wong, ha dichiarato:

“Se nessuno riuscirà a risolverlo in una settimana, pubblicheremo alcuni suggerimenti per aiutare le persone”.

L’obiettivo del team, oltre alla mera pubblicità, è quello di evidenziare l’importanza della custodia in sicurezza della chiave privata, mostrando quanto possa essere semplice impadronirsi di bitcoin una volta individuata la chiave privata di un indirizzo in cui sono conservati.

Infatti, il team dell’exchange ha creato un proprio innovativo sistema gerarchico deterministico di cold wallet che assegna un indirizzo di deposito indipendente a ciascun utente in modo che tutte le risorse siano conservate in cold wallet.

Il co-fondatore e CEO di Phemex, Jack Tao, ha dichiarato: 

“Gli hot wallet, ovvero quelli online, in generale tendono ad essere molto più vulnerabili dei cold wallet offline. La gestione di migliaia di chiavi private è inutilizzabile e rischiosa per un exchange, motivo per cui abbiamo creato il nostro sistema gerarchico deterministico di cold wallet.Da un seed il nostro sistema può generare milioni di chiavi private, ognuna delle quali sarà collegata alla sua chiave pubblica, sostanzialmente un indirizzo BTC. Tutte le chiavi sono indipendenti l’una dall’altra ma possono essere facilmente recuperate dalla chiave seme di Phemex, se una qualsiasi chiave privata andasse perduta. La chiave seed e tutte le chiavi private sono archiviate offline, quindi in cold storage, per garantire la massima sicurezza per gli utenti”.

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

Classe 1975, Marco è un docente di web-technologies e divulgatore online specializzato in criptovalute. Ha fondato ilBitcoin.news, ed il suo canale YouTube ha più di 25mila iscritti.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.