Guns n’ Roses: Matt Sorum sostenitore della crypto Cardano
Guns n’ Roses: Matt Sorum sostenitore della crypto Cardano
Blockchain

Guns n’ Roses: Matt Sorum sostenitore della crypto Cardano

By Amelia Tomasicchio - 24 Gen 2020

Chevron down

Ieri sera su Twitter è stata pubblicata una fotografia che ritrae l’ex batterista dei Guns n’ Roses Matt Sorum e il CEO di Cardano (della crypto ADA), Charles Hoskinson. 

I due infatti sono insieme a Davos, in Svizzera, per l’annuale appuntamento del World Economic Forum, un evento che riunisce i più importanti personaggi del mondo fintech ma anche del mondo della finanza tradizionale.

Ad accompagnare la fotografia, la dicitura “@IOHK_Charles, fantastico incontrarti a @Davos. Tu sei una Rockstar, amico mio”, facendo capire che in qualche modo Matt Sorum conosca il progetto Cardano e il settore blockchain.

Matt Sorum e il mondo crypto

Infatti, non tanto tempo fa, nel marzo 2018, l’ex batterista dei Guns n’ Roses ha lanciato un’iniziativa basata su blockchain per la tutela del diritto d’autore in ambito musicale. Il progetto si chiama Artbit e vede tra gli advisor anche grandi nomi del cinema tra cui Toby Kebbell, conosciuto per film come Rocknrolla e I fantastici 4.

L’azienda vuole risolvere “tutto il rumore del music business”, come lo ha definito lo stesso Sorum in un’intervista rilasciata a Forbes, ovvero i problemi di monetizzazione e riconoscimento del proprio lavoro come artista e il controllo pieno su di esso.

“[Il problema è che] non c’è monetizzazione nello streaming. Ormai non c’è più nessuno che scarica musica. Nessuno compra dischi”.

Al contrario, con Artbit si riuscirebbe a monetizzare la propria musica senza avere intermediari – i quali nel mondo della musica si sa che si mangiano una grossa fetta della torta – e guadagnando crypto, il tutto con la trasparenza della blockchain.

Artbit è basato sul progetto Hedera Hashgraph, ma vista la simpatica foto con il CEO di Cardano chissà che non venga cambiata la blockchain sottostante o che Matt Sorum non si concentri su anche altri progetti crypto.

Amelia Tomasicchio
Amelia Tomasicchio

Esperta di digital marketing, Amelia inizia a lavorare nel settore fintech nel 2014 dopo aver scritto la sua tesi di laurea sulla tecnologia Bitcoin. Precedentemente è stata un'autrice di Cointelegraph e CMO di Eidoo. Oggi è co-founder e direttrice di Cryptonomist.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.