4000 Bitcoin messi all’asta dal governo americano
4000 Bitcoin messi all’asta dal governo americano
Bitcoin

4000 Bitcoin messi all’asta dal governo americano

By Marco Cavicchioli - 4 Feb 2020

Chevron down

Il governo degli Stati Uniti ha deciso di mettere all’asta 4.000 bitcoin. 

Per la precisione si tratta di 4.040,54069820 BTC messi in vendita dallo US Marshals Service (USMS), ovvero l’agenzia federale di polizia penitenziaria degli Stati Uniti d’America che, tra le altre cose, si occupa anche di garantire l’effettivo funzionamento della magistratura, del trasferimento dei detenuti e del programma di protezione testimoni.

I bitcoin messi all’asta sono frutto di confische in decine di casi penali, civili e amministrativi federali, e prevede quattro Serie: Serie A (5 blocchi da 500 BTC), Serie B (10 blocchi da 100 BTC), Serie C (10 blocchi da 50 BTC) e Serie D (1 blocco da 40.54069820 BTC). 

Chi volesse acquistarli dovrebbe inviare la sua offerta, per una o per più Serie, fino alle 12 EST di mercoledì 12 febbraio 2020. 

Per inviare la propria offerta sarà necessario registrarsi all’USMS presentando tutti i documenti richiesti ed attendere dall’USMS stesso il riconoscimento dell’idoneità all’acquisto. 

Inoltre, per partecipare all’asta, è previsto un deposito 200.000 dollari, che verrà trattenuto dalle offerte vincitrici prima dell’effettivo pagamento. 

Da notare che i bitcoin compresi nel blocco della Serie D, ovvero il blocco con meno BTC tra tutti, hanno un valore di mercato attuale di circa 360.000 dollari, ampiamente superiore al deposito di 200.000 $, e questo potrebbe anche far presagire che il prezzo di vendita potrebbe anche essere inferiore a quello di mercato. Tuttavia questa rimane solo una supposizione. 

In totale gli oltre 4.000 BTC inseriti nelle quattro Serie hanno un valore di mercato di circa 37 milioni di dollari, quindi si tratta comunque di un’asta decisamente corposa. Scegliendo la vendita in blocchi, di cui il più piccolo è di circa 40 BTC, lo USMS ha di fatto scelto di rivolgersi solo ai grossi investitori, visto che comunque di fatto sarà presumibilmente molto difficile vincere l’asta con meno di 350.000 dollari. 

Non è la prima volta che lo USMS mette all’asta dei bitcoin. La prima asta di questo tipo risale all’estate del 2014, quando il noto investitore crypto Tim Draper si aggiudicò quasi 30.000 BTC.

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

Classe 1975, Marco è un docente di web-technologies e divulgatore online specializzato in criptovalute. Ha fondato ilBitcoin.news, ed il suo canale YouTube ha più di 11mila iscritti.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.